ANA prima compagnia aerea in Giappone a utilizzare un autobus autonomo ed ecologico, senza conducente, per trasportare i dipendenti

il

· Nuovi test per il veicolo autonomo ed ecologico 

· ANA prevede di implementare gli autobus senza conducente all’aeroporto di Tokyo Haneda entro il 2025 

All Nippon Airways (ANA) – la più grande compagnia aerea giapponese, premiata con il riconoscimento 5-star di SKYTRAX per otto anni consecutivi – prosegue la sperimentazione di tecnologie autonome innovative effettuando una serie di test per un prototipo di autobus senza conducente all’aeroporto di Tokyo Haneda. Ultimi di una serie di prove, i test fanno di ANA la prima compagnia aerea in Giappone a utilizzare un veicolo autonomo per trasportare i dipendenti dell’aeroporto. Il nuovo mezzo è un tassello fondamentale all’interno della concezione ANA dell’aeroporto del futuro – “Simple & Smart” – che si avvarrà dell’applicazione diffusa della tecnologia autonoma e sostenibile. 

“In ANA, siamo costantemente alla ricerca di modalità di utilizzo delle più recenti tecnologie per migliorare le operazioni e l’efficienza”, ha detto Masaki Yokai, Senior Vice President di ANA. “Oltre a segnare un significativo passo avanti per gli aeroporti, gli autobus autonomi completamente elettrici comporteranno meno emissioni e una minore impronta di carbonio negli aeroporti. Siamo ottimisti sul fatto che i test ci daranno le informazioni necessarie per continuare a migliorare queste tecnologie e permetteranno ad ANA di mantenere la sua leadership nel settore”. 

I test si svolgeranno dal 1° al 12 febbraio, con il trasporto di un massimo di 57 dipendenti alla volta. Oltre a sviluppare questo tipo di autobus innovativi, la compagnia ha precedentemente testato la tecnologia autonoma all’aeroporto Kyushu Saga. ANA sta conducendo queste ultime prove in collaborazione con l’iniziativa di mobilità BOLDLY di Softbank, Advanced Smart Mobility e BYD Japan. I test saranno limitati all’area dell’aeroporto di Haneda, dove si trovano gli aerei e i veicoli cargo. Se queste prove avranno successo, ANA punta a introdurre in aeroporto la tecnologia degli autobus autonomi, senza conducente, entro il 2025. 

La prima fase di test è stata condotta nel febbraio 2018, con sperimentazioni successive durante il primo trimestre del 2019 e del 2020 per perfezionare ulteriormente la tecnologia. Durante i test, l’autobus sarà dotato di un sistema di controllo avanzato che consentirà di monitorare i progressi in tempo reale e prendere il controllo quando necessario. Poiché la sicurezza è la massima priorità, 

ANA richiede al mezzo i più alti standard di prestazioni, e i test sono specificamente progettati per replicare le più comuni situazioni del mondo reale. Il sistema fornisce un feedback costante in tempo 

reale che il responsabile può utilizzare per valutare lo stato del veicolo in ogni momento. Oltre ad aiutare a perfezionare la tecnologia degli autobus autonomi, i test aiuteranno gli sviluppatori a capire meglio come possono essere implementati negli aeroporti per massimizzarne l’efficienza. 

Oltre a offrire una maggiore comodità, l’autobus sarà anche alimentato da elettricità per renderlo più ecologico, e rappresenta il più recente esempio di come ANA stia lavorando per rimanere all’avanguardia dell’innovazione tecnologica. Alleggerendo il carico di lavoro dei dipendenti di Haneda, ANA mira a creare un servizio più efficiente per chi, in futuro, viaggerà attraverso l’aeroporto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.