IATA : i numeri di febbraio sono stati negativi

il

L’International Air Transport Association (IATA) ha annunciato che il traffico passeggeri è diminuito nel febbraio 2021, sia rispetto ai livelli pre-COVID (febbraio 2019) sia rispetto al mese immediatamente precedente (gennaio 2021).

Perché i confronti tra i risultati mensili del 2021 e del 2020 sono distorti dall’impatto straordinario di COVID-19, se non diversamente specificato, tutti i confronti si riferiscono a febbraio 2019, che ha seguito un modello di domanda normale.

La domanda totale di viaggi aerei nel febbraio 2021 (misurata in ricavi passeggeri-chilometri o RPK) è diminuita del 74,7% rispetto a febbraio 2019. Questo è stato peggiore del calo del 72,2% registrato nel gennaio 2021 rispetto a due anni fa.
La domanda internazionale di passeggeri a febbraio è stata dell’88,7% inferiore a febbraio 2019, un ulteriore calo rispetto al calo dell’85,7% su base annua registrato a gennaio e il peggior risultato di crescita da luglio 2020. Le prestazioni in tutte le regioni sono peggiorate rispetto a gennaio 2021.
La domanda interna totale è scesa del 51,0% rispetto ai livelli pre-crisi (febbraio 2019). A gennaio è sceso del 47,8% rispetto al periodo 2019. Ciò è dovuto in gran parte alla debolezza dei viaggi in Cina, guidata dalle richieste del governo che i cittadini rimangano a casa durante il periodo di viaggio del capodanno lunare.
“Febbraio non ha mostrato segnali di ripresa della domanda di viaggi aerei internazionali. In effetti, la maggior parte degli indicatori è andata nella direzione sbagliata con l’inasprimento delle restrizioni ai viaggi di fronte alle continue preoccupazioni sulle nuove varianti di coronavirus. Un’eccezione importante è stata il mercato interno australiano. Un allentamento delle restrizioni sul volo interno ha comportato un numero di viaggi significativamente maggiore. Questo ci dice che le persone non hanno perso il loro desiderio di viaggiare. Voleranno, a condizione che possano farlo senza dover affrontare misure di quarantena “, ha affermato Willie Walsh, Direttore generale della IATA.

FEBRUARY 2021 (% VS FEB 2019)WORLD SHARE1RPKASKPLF (%-PT)​2PLF (LEVEL)​3
Total Market100.0%-74.7%-63.1%-25.3%55.4%
Africa1.9%-66.1%-53.6%-19.0%51.6%
Asia Pacific38.6%-74.9%-64.8%-23.8%59.1%
Europe23.6%-82.8%-75.0%-25.4%56.3%
Latin America5.7%-62.4%-55.1%-13.3%68.3%
Middle East7.4%-81.7%-66.8%-32.5%39.8%
North America22.7%-66.1%-48.1%-27.9%52.7%

1)% di RPK del settore nel 2020 2) Variazione del fattore di carico rispetto allo stesso mese del 2019 3) Livello del fattore di carico

Mercati passeggeri internazionali

Il traffico di febbraio delle compagnie aeree dell’Asia-Pacifico è diminuito del 95,2% rispetto a febbraio 2019, poco cambiato rispetto al calo del 94,8% registrato a gennaio 2021 rispetto a gennaio 2019. La regione ha continuato a subire i cali di traffico più ripidi per l’ottavo mese consecutivo. La capacità è diminuita dell’87,5% e il load factor è sceso di 50,0 punti percentuali al 31,1%, il più basso tra le regioni.

I vettori europei hanno registrato un calo del traffico dell’89,0% a febbraio rispetto a febbraio 2019, sostanzialmente peggiore del calo dell’83,4% di gennaio rispetto allo stesso mese del 2019. La capacità è scesa dell’80,5% e il fattore di carico è sceso di 36,0 punti percentuali al 46,4%.

Le compagnie aeree del Medio Oriente hanno visto la domanda diminuire dell’83,1% a febbraio rispetto a febbraio 2019, peggiorando da un calo della domanda dell’82,1% a gennaio, rispetto allo stesso mese del 2019. La capacità è diminuita del 68,6% e il fattore di carico è sceso di 33,4 punti percentuali al 39,0%.

Il traffico di febbraio dei vettori nordamericani è affondato dell’83,1% rispetto al periodo del 2019, un peggioramento da un calo del 79,2% a gennaio di anno in anno. La capacità è diminuita del 63,9% e il fattore di carico è sceso di 41,9 punti percentuali al 36,7%.

Le compagnie aeree latinoamericane hanno registrato un calo della domanda dell’83,5% a febbraio, rispetto allo stesso mese del 2019, nettamente peggiore del calo del 78,5% a gennaio 2019.La capacità di febbraio è diminuita del 75,4% rispetto a febbraio 2019 e il fattore di carico è sceso di 26,7 punti percentuali a 54,6 %, il più alto tra le regioni per il quinto mese consecutivo.

Il traffico delle compagnie aeree africane è diminuito del 68,0% a febbraio rispetto a febbraio di due anni fa, il che è stato una battuta d’arresto rispetto al calo del 66,1% registrato a gennaio rispetto a gennaio 2019. La capacità di febbraio si è contratta del 54,6% rispetto a febbraio 2019 e il fattore di carico è sceso di 20,5 punti percentuali a 49,1%.

Mercati passeggeri nazionali

FEBRUARY 2021 (%VS FEB 2019)WORLD SHARE1RPKASKPLF (%-PT)​2PLF (LEVEL)​3
Domestic54.3%-51.04%-37.1%-18.3%64.3%
Dom. Australia0.7%-60.5%-59.4%-2.1%75.8%
Dom. Brazil1.6%-34.9%-30.3%-5.4%77.0%
Dom. China P.R.19.9%-51.2%-34.7%-22.2%65.5%
Dom India2.1%-30.8%-17.5%-14.4%74.9%
Dom. Japan1.4%-72.8%-59.4%-23.7%48.1%
Dom. Russian Fed.3.4%2.9%-5.4%6.7%83.4%
Dom. US16.6%-56.1%-38.3%-23.5%58.0%

1)% di RPK del settore nel 2020 2) Variazione del fattore di carico rispetto allo stesso mese del 2019 3) Livello del fattore di carico

Il traffico interno australiano è diminuito del 60,5% a febbraio rispetto a febbraio 2019, migliorando notevolmente rispetto al calo del 77,3% a gennaio rispetto al 2019. Alcune restrizioni ai confini statali sono state allentate all’inizio di febbraio.

Il traffico interno degli Stati Uniti è diminuito del 56,1% a febbraio rispetto allo stesso mese del 2019, migliorando dal calo del 58,4% di gennaio rispetto a due anni fa. Il miglioramento è stato guidato dalla diminuzione dei tassi di contagio e dall’accelerazione delle vaccinazioni.

Conclusioni

“I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno recentemente affermato che le persone vaccinate possono viaggiare in sicurezza. Questa è una buona notizia. Recentemente abbiamo anche visto la ricerca Oxera-Edge Health evidenziare l’efficacia di test rapidi rapidi, accurati e convenienti per COVID-19. Questi sviluppi dovrebbero rassicurare i governi che ci sono modi per gestire in modo efficiente i rischi di COVID-19 senza fare affidamento su misure di quarantena che riducono la domanda e / o test PCR costosi e che richiedono tempo “, ha affermato Walsh.

“È necessario far progredire con urgenza due componenti chiave per una ripresa efficiente del viaggio. Il primo è lo sviluppo di standard globali per il test digitale COVID-19 e / o i certificati di vaccinazione. Il secondo è l’accordo del governo per accettare i certificati digitalmente. Le nostre esperienze fino ad oggi dimostrano già che i sistemi cartacei non sono un’opzione sostenibile. Sono vulnerabili alle frodi. E, anche con il numero limitato di voli odierni, il processo di check-in richiede livelli di personale pre-COVID-19 solo per gestire le pratiche burocratiche.
I processi cartacei non saranno sostenibili quando il viaggio aumenta. L’app IATA Travel Pass è stata sviluppata proprio in previsione di questa esigenza di gestire digitalmente le credenziali sanitarie. La sua prima prova di implementazione completa si concentra su Singapore, dove il governo ha già annunciato che accetterà certificati sanitari tramite l’app. Questa sarà una considerazione essenziale per tutti i governi quando saranno pronti a ricollegare le loro economie con il mondo attraverso i viaggi aerei “, ha detto Walsh.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.