easyJet perderà nel primo semestre tra i 690 e 730 milioni di £ ante tasse

il

easyJet (UK) ha rilasciato questa dichiarazione finanziaria:

easyJet ha gestito un programma di voli attento durante i mesi invernali, pur continuando a fornire un importante programma di ristrutturazione e riduzione dei costi. Di conseguenza, easyJet si aspetta una prima metà della perdita complessiva al lordo delle tasse compresa tra £ 690 e £ 730 milioni, che è leggermente migliore delle aspettative. Gli effetti del programma di riduzione dei costi sosterranno margini migliori e ridurranno la stagionalità per il futuro. La nostra previsione della capacità è stata accurata e disciplinata durante tutta la pandemia, il che ha consentito un forte controllo dei costi. Il nostro focus sul volo generativo di cassa durante la stagione invernale ha ridotto al minimo il cash burn, con un cash burn nel secondo trimestre migliore della previsione.

Al 31 marzo 2021 easyJet ha avuto accesso illimitato a circa 2,9 miliardi di sterline di liquidità avendo raccolto oltre 5,5 miliardi di sterline dall’inizio della pandemia (1) ed è ben posizionata per capitalizzare la ripresa dei viaggi una volta che le restrizioni saranno allentate attraverso la rete.

easyJet ha mantenuto un alto livello di flessibilità operativa per rispondere alle restrizioni di viaggio in rapida evoluzione. Continueremo a operare con un programma ridotto per gran parte del terzo trimestre, ma siamo pronti a intensificare le nostre operazioni per soddisfare il livello di domanda che vediamo nel mercato.

Johan Lundgren, CEO di easyJet, ha dichiarato:

“EasyJet ha mantenuto un approccio disciplinato all’operatività durante la prima metà del nostro anno finanziario, risultando in una perdita nella prima metà e un cash burn meglio delle aspettative. Continuiamo ad avere accesso a livelli significativi di liquidità insieme al principale programma di riduzione dei costi di easyJet che continua a fornire vantaggi in termini di costi ed efficienza. Tutto questo ci posiziona bene per guidare la ripresa.

“Accogliamo con favore la conferma da parte del governo britannico che i viaggi internazionali stanno per riaprire come previsto a metà maggio. easyJet è stata fondata per rendere i viaggi accessibili a tutti e quindi continuiamo a collaborare con il governo per garantire che il costo dei test richiesti sia ridotto in modo che non rischi di tornare indietro nel tempo e rendere il viaggio troppo costoso per alcuni.

“Continuiamo a monitorare da vicino la situazione in tutta Europa e con l’accelerazione dei programmi di vaccinazione, la maggior parte dei paesi prevede di riprendere a volare su larga scala a maggio. Abbiamo la flessibilità operativa per aumentare rapidamente i voli e aggiungere destinazioni per soddisfare la domanda. easyJet è pronta a riprendere il volo, preparata per la rampa di lancio e non vede l’ora di poter riunire le persone con le loro famiglie o portarle nuovamente su voli di piacere e d’affari. Di conseguenza, rimaniamo ben posizionati per la ripresa di questa estate e oltre “.

Redditività

Il numero di passeggeri (2) per i sei mesi terminati il ​​31 marzo 2021 è diminuito dell’89% a 4,1 milioni, in linea con una diminuzione della capacità3 a 6,4 milioni di posti, pari al 14% dei livelli di capacità del primo semestre 2019. Ciò ha portato a una diminuzione del fatturato totale del gruppo per i sei mesi che terminano il 31 marzo 2021 del 90% circa a 235 milioni di sterline circa, con entrate dei passeggeri che sono diminuite del 91% circa a 165 milioni di sterline circa e entrate accessorie in diminuzione di 87 milioni circa. % a circa £ 70 milioni.

Costi e liquidità

I costi iniziali del gruppo escluso il carburante per il primo semestre sono diminuiti del 59% circa a 845 milioni di sterline circa, a causa di una diminuzione della capacità volata e dei risparmi di materiale ottenuti in molte aree dell’attività dal principale programma di riduzione dei costi di easyJet. easyJet ha mantenuto un approccio disciplinato alla capacità e alla gestione della liquidità e, di conseguenza, il consumo di cassa totale durante il secondo trimestre è stato di circa 470 milioni di sterline, un valore migliore rispetto alle indicazioni precedenti.

Il programma di riduzione dei costi strutturali che abbiamo annunciato lo scorso anno, il più grande mai realizzato da easyJet, è sulla buona strada per ottenere i nostri risparmi sui costi mirati e posizionerà easyJet bene per guidare la ripresa nel settore dell’aviazione.

Capacità

Nel primo semestre easyJet ha volato il 14% della capacità del primo semestre 2019, in linea con le nostre aspettative. La nostra previsione della capacità è stata accurata e disciplinata durante tutta la pandemia, il che ha contribuito a fornire un forte controllo dei costi.

January2021February 2021March 2021Q22021
Passengers (thousand) 24563674051,228
Seats flown (thousand)7876126632,062
% of 2019 capacity flown12%9%8%9%
Load factor 458%60%61%60%

Rete

easyJet rimane disciplinato nel concentrarsi su voli redditizi. I nostri team operativi, finanziari e commerciali eseguono aggiornamenti dinamici della pianificazione, su base regolare, al fine di sfruttare tutta la domanda disponibile. Manteniamo una notevole flessibilità operativa per consentirci di catturare la domanda in attesa di poter volare e siamo in grado di accelerare la ripresa rapidamente quando la domanda ritornaerà.

Flessibilità

Le politiche flessibili per i clienti leader di mercato di easyJet stanno guidando la fiducia e la sicurezza per prenotare. Stiamo offrendo più flessibilità che mai. La nostra promessa di protezione sia per i voli che per le vacanze significa che i clienti possono prenotare ora con la certezza che se i loro piani cambiano, anche la loro prenotazione può cambiare.

Entrate ancillari

I ricavi accessori rappresentano una significativa opportunità per easyJet di aumentare i ricavi per posto e i margini nei prossimi anni.

A gennaio easyJet ha lanciato una nuova classe tariffaria chiamata Standard Plus, che sta ottenendo buoni risultati. La nostra nuova politica sul bagaglio a mano è entrata in vigore a febbraio e le prime indicazioni mostrano che anche questo è sulla buona strada rispetto alle nostre aspettative di fatturato, oltre ad avere un effetto positivo sulle nostre metriche sulla performance puntuale. La possibilità di portare a bordo un bagaglio a mano di grandi dimensioni è ora abbinata ai posti a sedere davanti e con spazio extra per le gambe. I pacchetti di posti a sedere e bagaglio sono gestiti attivamente e hanno un prezzo dinamico a partire da £ 7,99.

Bilancio e liquidità

easyJet ha intrapreso un’azione rapida e decisiva raccogliendo con successo oltre 5,5 miliardi di sterline di liquidità dall’inizio della pandemia1, da una gamma diversificata di fonti di finanziamento.

A marzo, la controllata di easyJet easyJet FinCo B.V. ha emesso un’obbligazione da 1,2 miliardi di euro nell’ambito del nostro programma EMTN (Euro Medium Term Note). L’obbligazione scade a marzo 2028 e ha una cedola dell’1,875%. C’era un buon appetito di mercato per il titolo, che era fortemente sottoscritto in eccesso. easyJet continua a mantenere l’accesso a una vasta gamma di fonti di finanziamento e continua a rivedere il proprio profilo di scadenza del debito.

Al 31 marzo 2021 easyJet ha accesso illimitato a circa £ 2,9 miliardi di liquidità, che comprende contanti e strumenti equivalenti, fondi del mercato monetario, depositi del mercato monetario più la parte non utilizzata della linea UKEF. La prima tranche di £ 300 milioni di prestiti di easyJet dal CCFF è stata rimborsata nel marzo 2021 e i restanti £ 300 milioni sono dovuti a novembre 2021. easyJet non ha altre scadenze di debito in essere fino al FY 2023.

Manteniamo la proprietà del 56% della flotta totale, con il 41% libero. Le transazioni di vendita e retrolocazione su 23 aeromobili sono state concluse durante la seconda metà del 2020, raccogliendo 608 milioni di sterline di proventi lordi e aggiungendo circa 50 milioni di sterline ai costi pro-forma annui. Durante il primo semestre 2021 sono state concluse transazioni su 35 aeromobili, raccogliendo 842 milioni di sterline di proventi lordi e aggiungendo ulteriori circa 90 milioni di sterline ai costi pro-forma annui.

Come indicato in precedenza, easyJet continuerà a rivedere la sua posizione di liquidità su base regolare e continuerà a valutare ulteriori opportunità di finanziamento.

Copertura carburante e FX

A causa della continua riduzione della capacità prevista per diversi mesi a venire, easyJet ha continuato a vedere i rapporti di copertura muoversi oltre il 100% sia dal punto di vista del carburante che del cambio. Per mitigare gli effetti di ciò, easyJet ha intrapreso azioni per chiudere le posizioni di copertura eccessiva, per mitigare la propria esposizione alla volatilità nel fair value delle coperture cessate. easyJet continua a coprire le esposizioni contrattuali (come leasing e investimenti) e ha ridotto l’ammontare della copertura operativa che viene sottoscritta per periodi futuri fino a quando non vi è maggiore chiarezza sulle esposizioni.

Transazioni diverse

Gli elementi non principali per i sei mesi che terminano il 31 marzo 2021 dovrebbero riflettere un credito netto di circa 55 milioni di sterline. Ciò è composto principalmente da plusvalenze relative a operazioni di vendita e retrolocazione, con un onere netto correlato alla cessazione della copertura del carburante in gran parte compensato da un rilascio di accantonamenti per la ristrutturazione. Il rilascio dei provvedimenti di ristrutturazione si basa sulle attuali aspettative delle nostre ultime discussioni con i sindacati, sulle quali forniremo un ulteriore aggiornamento ai risultati semestrali. Questo sarà soggetto a revisione da parte dei nostri revisori.

Prospettiva

Sulla base delle attuali restrizioni di viaggio nei mercati in cui operiamo, easyJet prevede di volare fino al 20% dei livelli di capacità del 2019 nel terzo trimestre con l’aspettativa che i livelli di capacità inizieranno ad aumentare dalla fine di maggio in poi. Manteniamo una notevole flessibilità per aumentare o diminuire rapidamente la capacità a seconda dell’eliminazione delle restrizioni di viaggio e della domanda prevista nella nostra rete europea.

La perdita nominale del gruppo al lordo delle imposte per i sei mesi che terminano il 31 marzo 2021 dovrebbe essere compresa tra £ 690 e £ 730 milioni.

Si prevede che la perdita prima delle imposte del gruppo rifletta l’impatto positivo delle voci non principali discusse in precedenza.

easyJet pubblicherà i risultati semestrali per i sei mesi che terminano il 31 marzo 2021 il 20 maggio 2021.

In questa fase, dato il persistente livello di incertezza a breve termine, non sarebbe opportuno fornire ulteriori orientamenti finanziari per l’esercizio finanziario 2021. I clienti prenotano più vicino alla partenza e la visibilità rimane limitata.

KEY H1 FINANCIALS

Six months ended31 March 202131 March 2020ChangeFav./(adv.)
Number of flights35,100244,235(85%)
Peak operating aircraft161318(49%)
Passengers (thousand) 24,08638,566(89%)
Seats flown (thousand)6,41242,702(85%)
Load factor 463.7%90.3%(26.6ppts)
Total group revenue (£ million)c.2352,382(90%)
Passenger revenue (£ million)c.1651,833(91%)
Ancillary revenue (£ million)c.70549(87%)
Total group headline cost (£ million)(c.940)(2,575)64%
Group headline profit/(loss) before tax (£ million)(690-730)(193)(497-537)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.