Cathay Pacific: marzo 2021 a -94%

il

Cathay Pacific ha pubblicato i suoi dati sul traffico per marzo 2021 che hanno continuato a riflettere le sostanziali riduzioni di capacità della compagnia aerea in risposta a una domanda significativamente ridotta, nonché restrizioni di viaggio e requisiti di quarantena in vigore a Hong Kong e in altri mercati durante la pandemia globale COVID-19 in corso.

Cathay Pacific ha trasportato un totale di 18.539 passeggeri il mese scorso, con una diminuzione del 94% rispetto a marzo 2020. Il fatturato del mese per passeggeri per chilometro (RPK) è diminuito del 95,7% su base annua. Il load factor passeggeri è sceso di 28 punti percentuali al 21,2%, mentre la capacità, misurata in chilometri di posti disponibili (ASK), è diminuita del 90%. Nei primi tre mesi del 2021, il numero di passeggeri trasportati è diminuito del 98,4% contro una diminuzione della capacità del 91,7% e una diminuzione del 98,2% degli RPK, rispetto allo stesso periodo del 2020.

La compagnia aerea ha trasportato 83.329 tonnellate di merci e posta il mese scorso, con una diminuzione del 30,1% rispetto a marzo 2020. Le entrate del mese di merci tonnellate-chilometro (RFTK) sono diminuite del 32,4% su base annua. Il load factor merci e posta è aumentato di 8,9 punti percentuali all’86,4%, mentre la capacità, misurata in tonnellate di merci disponibili per chilometro (AFTK), è diminuita del 39,4%. Nei primi tre mesi del 2021, il tonnellaggio è diminuito del 29,6% contro un calo della capacità del 39,6% e un calo del 26,5% degli RFTK, rispetto allo stesso periodo del 2020.

Passeggeri

Ronald Lam, Chief Customer and Commercial Officer di Cathay Pacific Group, ha dichiarato: “La nostra attività di passeggeri continua ad affrontare sfide significative. Con i requisiti di quarantena dell’equipaggio più severi a Hong Kong, siamo riusciti a mantenere un programma ridotto solo a marzo, operando servizi passeggeri verso solo 18 destinazioni. Ciò ha rappresentato un calo della capacità del 47% rispetto a febbraio. Il numero medio di passeggeri giornalieri è diminuito ulteriormente a soli 598, rispetto ai 755 di febbraio.

Cargo

“La nostra capacità di carico complessiva è stata limitata dai severi requisiti di quarantena dell’equipaggio a Hong Kong, con una riduzione della capacità del 39,4% anno su anno. Ciò nonostante i nostri sforzi per operare più voli passeggeri solo cargo e voli charter cargo dalla nostra controllata, Air Hong Kong.

“La domanda di merci è stata forte a marzo, in particolare dal Nordest asiatico e dalle Americhe, mentre la domanda da Hong Kong e dalla Cina continentale è aumentata anche nella seconda metà del mese. Il fattore di carico è migliorato fino a raggiungere il massimo storico dell’86,4%, mentre la quota di compartecipazione alle entrate per il nostro prodotto Priority LIFT ha continuato ad aumentare poiché i clienti cercavano soluzioni espresse per le loro spedizioni critiche.

“Proprio questa settimana, il governo ha annunciato che avrebbe revocato il requisito di quarantena obbligatoria per l’equipaggio di Hong Kong completamente vaccinato su navi mercantili e voli passeggeri solo cargo a partire da oggi. Ciò avrà un impatto positivo sulla nostra attività cargo, riducendo al contempo progressivamente la nostra liquidità operativa mensile.

“La salute e la sicurezza rimangono la nostra massima priorità; resteremo vigili e il nostro equipaggio continuerà ad aderire alle nostre rigorose misure di mitigazione del rischio. L’equipaggio vaccinato aggiungerà un ulteriore livello di protezione e mitigazione del rischio contro la diffusione del COVID-19.

“Le nostre rigorose misure di controllo degli scali all’estero e la professionalità del nostro equipaggio nel rispettarle, sono state molto efficaci nel salvaguardare la salute e il benessere dei nostri clienti, delle nostre persone e del pubblico. Di conseguenza, finora quest’anno, ci sono stati zero test positivi tra gli oltre 18.500 test che il nostro equipaggio operativo con sede a Hong Kong ha effettuato nei giorni successivi al loro arrivo a Hong Kong.

Prospettive

“Accogliamo con favore e sosteniamo il piano del governo di utilizzare le” bolle dei vaccini “come base per l’introduzione di ulteriori misure di rilassamento, comprese quelle relative ai viaggi oltre confine. Ciò fornisce un quadro in base al quale le persone completamente vaccinate potrebbero beneficiare di requisiti di quarantena più brevi o inesistenti durante i viaggi, ad esempio tramite una bolla di viaggio aereo, che stiamo aspettando con impazienza.

“La vaccinazione a livello comunitario è fondamentale per il recupero globale di COVID-19. Abbiamo recentemente lanciato una campagna per incoraggiare tutti i nostri dipendenti, compreso il personale di volo, a vaccinarsi il prima possibile e siamo molto lieti di vedere che questo ha già ricevuto una risposta positiva. Siamo grati a tutte le nostre persone che hanno già ricevuto o prenotato la vaccinazione e continueremo con i nostri sforzi. Ciò non solo aiuterà a facilitare il ritorno dei regolari viaggi aerei internazionali e preserverà collegamenti vitali tra Hong Kong e il resto del mondo, ma soprattutto salvaguarderà anche la salute e il benessere di loro e delle loro famiglie.

“Abbiamo anche continuato a sfruttare lo slancio nel trasferire i vaccini sia a Hong Kong che in tutta la nostra rete, e all’inizio di questa settimana abbiamo superato il traguardo significativo di aver finora spedito 15 milioni di dosi di vaccini COVID-19”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.