Il Gruppo QANTAS registra perdite significative per l’intero anno di COVID

il

Perdita sottostante al lordo delle imposte: $ 1,83 miliardi

Perdita legale prima delle tasse: $ 2,35 miliardi

Impatto sui ricavi di $ 12 miliardi dalla crisi COVID-19 nell’AF21

Indebitamento netto ridotto nel 2H21 a $ 5,9 miliardi

Flusso di cassa netto statutario di $ 267 milioni nel 2H21

Programma di ristrutturazione prima dell’obiettivo, con 650 milioni di dollari nel primo anno

Liquidità totale di 3,8 miliardi di dollari, che fornisce una riserva contro l’incertezza

Il 95 per cento dei voli domestici guadagno

Prestazioni record di Qantas Freight che compensano principalmente i costi delle operazioni internazionali inattive

Generazione di cassa continua e forte, crescita dei membri di Qantas Loyalty

Piano aggiornato per il riavvio dei servizi internazionali da fine 2021

Flessibilità continua per i clienti in risposta all’incertezza della prenotazione

Il Gruppo QANTAS ha pubblicato questo rapporto finanziario:

La perdita totale di entrate da COVID ha raggiunto i 16 miliardi di dollari poiché l’impatto sull’intero anno dei viaggi internazionali minimi e le molteplici ondate di restrizioni alle frontiere nazionali hanno continuato a colpire la domanda di viaggio.

La perdita PBT sottostante del Gruppo è stata di 1,83 miliardi di dollari. La perdita legale al lordo delle imposte, che include costi una tantum come licenziamenti e svalutazioni di aeromobili, è stata di 2,35 miliardi di dollari. L’EBITDA sottostante è stato di 410 milioni di dollari, in linea con le indicazioni fornite a maggio.

I periodi di apertura dei confini nazionali nella seconda metà hanno visto una significativa generazione di cassa da parte di Qantas e Jetstar, che ha aiutato il Gruppo a ridurre il debito netto da $ 6,4 miliardi nel febbraio 2021 fino a $ 5,9 miliardi entro la fine di giugno. Durante tutto l’anno, il flusso di cassa è stato sostenuto dalla continua e forte performance di Qantas Loyalty e dai rendimenti internazionali significativamente più alti di Qantas Freight.

Oltre a fornire un servizio essenziale in circostanze molto difficili, il Gruppo ha compiuto progressi significativi verso il suo programma di risanamento. Il ridimensionamento pianificato è in gran parte completato e sono state attuate molte ristrutturazioni. Al centro di questi cambiamenti è stata la capacità di gestire meglio i costi di fronte a improvvise chiusure delle frontiere. I benefici in termini di costi del programma di recupero sono stati superiori alle aspettative per l’AF21 a $ 650 milioni.

GRUPPO DOMESTICO

L’EBITDA sottostante combinato di Qantas e Jetstar dal volo domestico è stato di $ 304 milioni, scendendo a una perdita EBIT sottostante di $ 669 milioni dopo il deprezzamento e l’ammortamento non monetario.

La capacità nazionale del Gruppo è scesa fino al 19% a luglio 2020 prima di riprendersi costantemente e poi raggiungere il 92 percento a maggio 2021, fino a quando gli scoppi della variante Delta hanno innescato una serie di blocchi.

La domanda si è dimostrata resiliente durante tutto l’anno, con un rapido assorbimento delle prenotazioni alla riapertura dei confini nazionali. Il Gruppo ha annunciato 46 nuove rotte domestiche dall’inizio della pandemia, molte verso destinazioni regionali, in risposta a un boom dei viaggi di piacere guidato in gran parte dalla chiusura dei confini internazionali. La domanda di viaggi aziendali è tornata a circa il 75% dei livelli pre-COVID a maggio[1] e Qantas ha vinto altri 34 importanti account nel corso dell’anno. Si prevede che la domanda da parte delle imprese, insieme ai viaggi di piacere, riprenderà fortemente una volta terminato il blocco.

Per soddisfare meglio questa domanda, Jetstar sta introducendo aeromobili Airbus A320 inattivi dall’Asia e la capacità di accesso di QantasLink tramite gli aeromobili Embraer E190 di Alliance Airlines. In futuro, questo aiuterà il Gruppo a superare la sua capacità e quota di mercato pre-COVID man mano che le restrizioni verranno rimosse.

GRUPPO INTERNAZIONALE E MERCI

Group International (incluso il trasporto merci) ha registrato una perdita EBITDA sottostante di $ 157 milioni, aumentando a una perdita EBIT sottostante di $ 1,0 miliardi dopo l’ammortamento.

I voli internazionali di Qantas e Jetstar sono rimasti in gran parte a terra per la maggior parte del FY21 a causa della continua chiusura dei confini australiani. Una bolla di viaggio tra Australia e Nuova Zelanda ha visto alcuni ritorni volanti, ma le epidemie in corso hanno significato che questo corridoio è stato pesantemente limitato in varie fasi; La capacità di Qantas ha raggiunto una media del 40% dei livelli pre-COVID durante il quarto trimestre.

Dall’inizio della pandemia, il Gruppo ha operato quasi 400 voli per il rimpatrio di australiani e il mantenimento di collegamenti critici con il Pacifico e Timor Est per conto del governo australiano, nonché missioni di trasporto merci verso i principali mercati di esportazione, con i suoi Airbus A330 e Boeing 787. aereo. Questi voli stanno continuando nell’AF22 e, insieme a specifici finanziamenti governativi per la formazione dell’equipaggio e il supporto tecnico, aiutano a prepararsi per regolari viaggi internazionali.

Le compagnie aeree Jetstar in Asia, che hanno sede a Singapore e in Giappone, hanno continuato a soffrire di una domanda di viaggio minima e hanno subito perdite.

La domanda di capacità di trasporto aereo di merci è rimasta estremamente forte durante l’AF21 a causa di un aumento degli acquisti online nel mercato australiano e della perdita di spazio a causa della cancellazione della maggior parte dei voli passeggeri internazionali. Qantas Freight è stata in grado di capitalizzare questa domanda, offrendo un profitto record che ha compensato in modo significativo i costi delle operazioni internazionali radicate del Gruppo.

FEDELTÀ QANTAS

Qantas Loyalty ha continuato a funzionare bene, generando oltre 1 miliardo di dollari in contanti lordi e raggiungendo la soddisfazione record dei membri.

L’EBIT sottostante è stato di $ 272 milioni nonostante un anno intero di restrizioni di viaggio legate al COVID. Gli utili nella seconda metà sono stati superiori alla prima metà del FY21 e superiori alla seconda metà del FY20.

Sebbene le opportunità di riscattare i punti Qantas in volo fossero limitate, c’è stata una domanda estremamente forte quando i confini si sono aperti. Tra gennaio e i blocchi di giugno, i livelli di riscatto sui voli nazionali erano del 30% superiori ai livelli pre-COVID.

I membri sono rimasti molto coinvolti, guadagnando e riscattando grandi volumi di punti sul campo. La spesa per le carte di credito collegate ai punti Qantas è tornata ai livelli pre-COVID nel quarto trimestre e oltre 500.000 membri hanno ora guadagnato punti grazie alla partnership con bp Australia. Si sono registrati livelli record di punti riscattati tramite Qantas Wine e Qantas Store, in linea con le tendenze di consumo più ampie.

In un anno con viaggi aerei minimi, il numero totale dei membri Frequent Flyer è cresciuto di quasi 200.000 fino a raggiungere i 13,6 milioni. Anche il portafoglio di Qantas Insurance ha continuato a crescere.

SUPPORTO AI NOSTRI CLIENTI

Sono state introdotte una serie di iniziative per rendere il viaggio più facile e sicuro per i clienti nel bel mezzo della crisi COVID, tra cui:

Estendere lo stato Frequent Flyer e offrire la corrispondenza dello stato ai membri di alto livello di altri programmi delle compagnie aeree.
Offre cambi di data illimitati su tutte le tariffe nazionali e internazionali di Qantas fino almeno a febbraio 2022.
Aumentando fino al 50% il numero di posti premio disponibili sui voli nazionali, Trans-Tasman e internazionali, offrendo ai membri maggiori opportunità di utilizzare i loro punti per viaggiare quando le frontiere sono aperte.
Supporto pratico del lancio nazionale del vaccino COVID-19 per contribuire a creare un’esperienza di viaggio più sicura, compresi i piani per rendere la vaccinazione un requisito per tutti i dipendenti del Gruppo Qantas e l’offerta di premi ai Frequent Flyer che sono completamente vaccinati. I programmi Fly Well e Work Well a prova di COVID rimangono in vigore.
QUADRO FINANZIARIO

Il Gruppo Qantas rimane una delle sole sette compagnie aeree al mondo a mantenere un rating creditizio di grado di investimento[2] durante tutta la pandemia. La sua attenzione rimane sul controllo dei costi e sulla generazione di cassa per consentire la continua riduzione del debito fino al suo intervallo target.

Al 30 giugno 2021, il Gruppo disponeva di una liquidità totale di 3,8 miliardi di dollari, composta da 2,2 miliardi di dollari in contanti più linee impegnate non utilizzate per 1,6 miliardi di dollari. I maggiori flussi di cassa associati a esuberi, rimborsi e pagamenti ritardati dei fornitori sono in gran parte completi. Il Gruppo ha più di 2,5 miliardi di dollari in attività libere.

Gli investimenti netti sono stati di 693 milioni di dollari, principalmente per la manutenzione della flotta del Gruppo.

Nel luglio 2021 è stato avviato un processo di manifestazione di interesse per vendere fino a 14 ettari di terreno industriale sottosviluppato a Mascot, che, se venduto, potrebbe sbloccare diverse centinaia di milioni di dollari per aiutare ulteriormente con
riduzione del debito.

PROGRAMMA DI RECUPERO

Il piano di recupero dal COVID del Gruppo mira ad almeno $ 1 miliardo di risparmi annuali permanenti dall’AF23 in poi. I progressi sono in anticipo sui tempi, con $ 650 milioni di benefici erogati nell’AF21; questo è destinato ad aumentare a $ 850 milioni entro la fine del FY22.

COMMENTI DEL CEO

Alan Joyce, CEO di Qantas Group, ha dichiarato: “Questa perdita mostra l’impatto che un anno intero di confini internazionali chiusi e oltre 330 giorni di restrizioni ai viaggi nazionali hanno avuto sulla compagnia di bandiera. Le condizioni commerciali sono state francamente diaboliche.

“Si aggiunge alla perdita significativa che abbiamo riportato l’anno scorso e alle restrizioni di viaggio che abbiamo visto negli ultimi mesi. Entro la fine di questo anno solare, è probabile che il COVID ci costerà più di 20 miliardi di dollari di entrate.

“Abbiamo dovuto fare molti cambiamenti strutturali grandi e difficili per affrontare questa crisi, e quella fase è per lo più alle nostre spalle. Di conseguenza, siamo pronti a riprenderci rapidamente, in linea con un lancio nazionale di vaccini che sta accelerando.

“Le cose rimangono dure, soprattutto per migliaia di persone che aspettano di tornare al lavoro quando i confini si apriranno e, si spera, resteranno aperti. Il nostro obiettivo è farli tornare al lavoro il prima possibile, motivo per cui stavamo aumentando i nostri voli e aggiungendo nuove destinazioni prima dei blocchi più recenti.

“Nonostante l’incertezza che abbiamo ancora davanti, siamo in una posizione molto migliore per gestirlo rispetto a questo periodo dell’anno scorso. Siamo in grado di muoverci rapidamente quando i confini si aprono e si chiudono. Siamo un’organizzazione più snella ed efficiente. E la nostra richiesta di vaccinare tutti i dipendenti creerà un ambiente più sicuro per le nostre persone e i nostri clienti.

“Quando l’Australia raggiungerà questi obiettivi di vaccinazione critici entro la fine dell’anno e la probabilità di futuri blocchi e chiusure delle frontiere si ridurrà, prevediamo un aumento della domanda di viaggi nazionali e un graduale ritorno dei viaggi internazionali.

“Vorrei ringraziare in modo specifico tutti in questa azienda, per aver affrontato un’enorme quantità di sconvolgimenti dovuti a questa crisi e per aver mostrato un enorme impegno e professionalità nel processo. Le nostre persone hanno mantenuto un’attenzione assoluta alla sicurezza e al servizio dei nostri clienti, che sono stati anche estremamente comprensivi mentre tutti noi abbiamo attraversato questo periodo difficile”.

FOCUS SULLA SOSTENIBILITÀ

Il Gruppo Qantas ha precedentemente annunciato obiettivi di sostenibilità chiari e sostanziali, tra cui il limite delle sue emissioni totali ai livelli del 2019, l’investimento in un’industria locale del carburante per l’aviazione sostenibile e il raggiungimento di emissioni nette pari a zero entro il 2050. La pandemia ha rallentato i progressi, ma il Gruppo rimane impegnato a raggiungere questi obiettivi e ha annunciato oggi una nuova posizione del Group Management Committee (GMC) per guidare questo obiettivo.

L’attuale dirigente del gruppo, Andrew Parker, diventerà il Chief Sustainability Officer per il Gruppo Qantas, avendo guidato questi sforzi dal 2017 attraverso il suo portafoglio esistente di governo, industria, internazionale e sostenibilità.

Come parte di questo cambiamento, il Chief Corporate Affairs Officer del Gruppo, Andrew McGinnes, assumerà la responsabilità delle Relazioni con il governo in aggiunta alle sue responsabilità esistenti e diventerà un membro permanente di GMC come Group Executive, Corporate Affairs.

PROSPETTIVA

Si prevede che le recenti epidemie e le relative chiusure delle frontiere domestiche e transnazionali avranno un impatto dell’ordine di 1,4 miliardi di dollari sull’EBITDA sottostante del Gruppo nella prima metà dell’AF22. Questa stima presuppone la riapertura dei confini nel Victoria e nel Nuovo Galles del Sud all’inizio di dicembre 2021. Se i confini si aprono prima e i voli ritornano più rapidamente, la capacità può essere modificata di conseguenza.

Sfortunatamente, le chiusure estese delle frontiere estenderanno anche le interruzioni dell’equipaggio domestico e del personale aeroportuale oltre le otto settimane precedentemente annunciate, tuttavia non sono previste perdite di posti di lavoro.

Si prevede che i tassi di vaccinazione raggiungano il 70% della popolazione ammissibile durante il mese di novembre, consentendo di allentare costantemente i blocchi nazionali e le restrizioni alle frontiere.

La liquidità del Gruppo, la forte posizione nel mercato domestico e i progressi nella ristrutturazione danno fiducia che il piano di risanamento complessivo rimanga sulla buona strada nonostante queste significative battute d’arresto.

Le ipotesi chiave per l’AF22 sono[3]:

Il debito netto dovrebbe rientrare nell’intervallo target entro la fine del FY22.
La capacità nazionale del Gruppo dovrebbe aumentare dal 38% nel primo trimestre al 53% della capacità pre-COVID nel secondo trimestre e salire a circa il 110% nel secondo semestre del 22.
Le chiusure delle frontiere internazionali e le restrizioni alla quarantena dovrebbero allentarsi una volta che l’80% degli australiani idonei sarà vaccinato a partire da dicembre 2021.
Si prevede che i voli di Qantas International nel 1H22 raggiungano circa il 15% dei livelli pre-COVID (attraverso servizi di trasporto merci sponsorizzati dal governo e voli di rimpatrio) su base block hour.
Una volta che i confini australiani inizieranno a riaprire, la capacità di Group International dovrebbe essere del 30-40% nel terzo trimestre e del 50-70% nel quarto trimestre rispetto ai livelli pre-COVID su base ASK.
Il piano di risanamento dovrebbe fornire ulteriori $ 200 milioni di vantaggi in termini di costi nel FY22.
Contributo in denaro costante e consistente da parte di Qantas Loyalty, con l’intenzione di offrire più modi per guadagnare punti e crediti di stato sul campo.

La domanda interna di merci dovrebbe rimanere forte; lo spazio internazionale del ventre merci dovrebbe essere limitato fino a quando la capacità internazionale non si stabilizza.

[1] Basato sulle assunzioni settimanali di maggio.

[2] Rating del credito investment grade emesso da Moody’s o da S&P.

[3] Per maggiori dettagli sulle ipotesi, vedere la presentazione per gli investitori.

Ti mancano i nostri A380?

Ti ascoltiamo. I nostri ingegneri si prendono cura di loro durante i periodi di inattività nel deserto del Mojave, in attesa che la domanda di viaggi internazionali torni ai livelli pre-COVID. VH-OQC ha recentemente volato da Victorville a Los Angeles per sottoporsi a una procedura di cambio di passo. pic.twitter.com/PPuhraC8z4 — Qantas (@Qantas) 3 giugno 2021

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.