IATA: la risposta dei governi alla variante Delta critica la domanda di traffico nazionale di agosto

il

L’International Air Transport Association (IATA) ha annunciato che la ripresa dei viaggi aerei è rallentata ad agosto rispetto a luglio, poiché le azioni del governo in risposta alle preoccupazioni sulla variante Delta del COVID-19 hanno ridotto profondamente la domanda di viaggi interni.

Poiché i confronti tra i risultati mensili del 2021 e del 2020 sono distorti dall’impatto straordinario di COVID-19, se non diversamente specificato, tutti i confronti si riferiscono ad agosto 2019, che ha seguito un normale modello di domanda.

La domanda totale di viaggi aerei nell’agosto 2021 (misurata in ricavi passeggeri chilometri o RPK) è diminuita del 56,0% rispetto ad agosto 2019. Ciò ha segnato un rallentamento da luglio, quando la domanda era del 53,0% inferiore ai livelli di luglio 2019.
Ciò è stato interamente guidato dai mercati domestici, in calo del 32,2% rispetto ad agosto 2019, un forte peggioramento rispetto a luglio 2021, quando il traffico era diminuito del 16,1% rispetto a due anni fa. L’impatto peggiore è stato in Cina, mentre India e Russia sono stati gli unici grandi mercati a mostrare un miglioramento di mese in mese rispetto a luglio 2021.
La domanda di passeggeri internazionali ad agosto è stata del 68,8% inferiore ad agosto 2019, in miglioramento rispetto al calo del 73,1% registrato a luglio. Tutte le regioni hanno mostrato un miglioramento, attribuibile all’aumento dei tassi di vaccinazione e alle restrizioni ai viaggi internazionali meno stringenti in alcune regioni.
“I risultati di agosto riflettono l’impatto delle preoccupazioni sulla variante Delta sui viaggi nazionali, anche se i viaggi internazionali sono proseguiti a passo di lumaca verso una piena ripresa che non può avvenire finché i governi non ripristineranno la libertà di viaggiare. A tale proposito, il recente annuncio degli Stati Uniti di revocare le restrizioni di viaggio dall’inizio di novembre ai viaggiatori completamente vaccinati è un’ottima notizia e porterà certezza a un mercato chiave. Ma le sfide rimangono, le prenotazioni di settembre indicano un deterioramento della ripresa internazionale. Questa è una brutta notizia che sta entrando nel quarto trimestre tradizionalmente più lento”, ha affermato Willie Walsh, direttore generale della IATA.

AUGUST 2021
(% VS AUGUST 2019)
WORLD SHARE​1RPKASKPLF (%-PT)​2PLF (LEVEL)​3
Total Market100.0%-56.0%-46.2%-15.6%70.0%
Africa1.9%-58.0%-50.4%-11.5%64.0%
Asia Pacific38.6%-78.3%-66.5%-29.6%54.5%
Europe23.7%-48.7%-38.7%-14.4%74.6%
Latin America5.7%-42.0%-37.7%-5.8%77.4%
Middle East7.4%-68.0%-53.1%-26.0%56.0%
North America22.7%-30.3%-22.7%-8.6%78.6%

1) % di RPK del settore nel 2020 2) Variazione del fattore di carico rispetto allo stesso mese nel 2019 3) Livello del fattore di carico

Mercati passeggeri internazionali

Il traffico internazionale di agosto dei vettori europei è diminuito del 55,9% rispetto ad agosto 2019, migliorando significativamente il calo del 63,2% di luglio rispetto allo stesso mese del 2019. La capacità è scesa del 45,0% e il fattore di carico è sceso di 17,7 punti percentuali al 71,5%.

Le compagnie aeree dell’Asia-Pacifico hanno visto il loro traffico internazionale di agosto diminuire del 93,4% rispetto ad agosto 2019, leggermente migliorato rispetto al calo del 94,5% registrato a luglio 2021 rispetto a luglio 2019, poiché la regione continua ad avere le più severe misure di controllo delle frontiere. La capacità è scesa dell’85,7% e il fattore di carico è sceso di 44,9 punti percentuali al 37,9%, di gran lunga il più basso tra le regioni.

Le compagnie aeree del Medio Oriente hanno registrato un calo della domanda del 69,3% ad agosto rispetto ad agosto 2019, migliorato rispetto al calo del 73,6% a luglio, rispetto allo stesso mese del 2019. La capacità è diminuita del 55,0% e il fattore di carico è sceso di 26,2 punti percentuali al 56,2%.

I vettori nordamericani hanno registrato un calo del traffico del 59,0% ad agosto rispetto al periodo 2019, molto migliorato rispetto al calo del 61,7% a luglio rispetto a luglio 2019. La capacità è diminuita del 48,5% e il fattore di carico è sceso di 18,0 punti percentuali al 70,3%.

Le compagnie aeree latinoamericane hanno visto un calo del 63,1% nel traffico di agosto, rispetto allo stesso mese del 2019, migliorato rispetto al calo del 68,3% di luglio rispetto a luglio 2019. La capacità di agosto è diminuita del 57,3% e il fattore di carico è sceso di 11,4 punti percentuali al 72,6%, che è stato il load factor più alto tra le regioni per l’undicesimo mese consecutivo.

Il traffico delle compagnie aeree africane è diminuito del 58,5% ad agosto rispetto a due anni fa, leggermente migliorato rispetto al calo del 60,4% di luglio rispetto a luglio 2019. La capacità di agosto è diminuita del 50,1% e il fattore di carico è sceso dal 12,7% al 63,0%.

Mercati domestici

AUGUST 2021
(%VS AUGUST 2019)
WORLD SHARE1​​RPKASKPLF (%-PT)​2PLF (LEVEL)​3
Domestic54.2%-32.2%-22.2%-11.0%74.7%
Dom. Australia0.7%-83.3%-75.1%-27.1%54.9%
Dom. Brazil1.6%-20.7%-18.2%-2.6%79.9%
Dom. China P.R.19.9%-57.0%-36.8%-28.1%59.5%
Dom India2.1%-44.8%-34.7%-13.3%72.1%
Dom. Japan1.4%-59.8%-29.4%-34.9%46.3%
Dom. Russian Fed.3.4%31.9%32.6%-0.5%90.5%
Dom. US16.6%-13.2%-7.1%-5.7%80.9%

1) % di RPK del settore nel 2020 2) Variazione del fattore di carico rispetto allo stesso mese nel 2019 3) Livello del fattore di carico

Il traffico interno cinese è diminuito del 57,0% rispetto ad agosto 2019, un enorme peggioramento rispetto al calo del 2,5% di luglio. Tuttavia, i casi complessivi erano bassi e i focolai erano per lo più sotto controllo entro la fine di agosto, suggerendo che i numeri miglioreranno a settembre.

Il traffico interno indiano ha invertito la tendenza, poiché la domanda è diminuita del 44,8% ad agosto, migliorando rispetto a un calo del 58,9% a luglio rispetto a luglio 2019, a causa delle tendenze positive nei nuovi casi e nella vaccinazione.

La linea di fondo

“Il rapido rallentamento della ripresa del traffico nazionale ad agosto, a causa di un picco nella variante Delta, mostra come i viaggi aerei continuino ad essere esposti ai cicli di COVID-19. Per i governi che dovrebbero inviare due messaggi. Il primo è che questo non è il momento di allontanarsi dal continuo supporto del settore, sia finanziario che normativo. Il secondo è la necessità di applicare un approccio basato sul rischio alla gestione delle frontiere, come stanno già facendo i passeggeri nel prendere le loro decisioni di viaggio”, ha affermato Walsh.

La prossima settimana, i leader della comunità aeronautica globale si riuniranno a Boston in occasione della 77a riunione generale annuale della IATA (AGM) e del World Air Transport Summit, dal 3 al 5 ottobre. “L’AGM fornisce un potente voto di fiducia nella sicurezza dei viaggi aerei internazionali e nei protocolli sanitari che sono in vigore da 18 mesi. L’ho detto prima: le riunioni virtuali non sostituiscono il valore offerto dall’opportunità di incontrarsi faccia a faccia. L’AGM fornirà un potente promemoria di questo fatto”, ha affermato Walsh.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.