Caos a Heathrow. Londra scopre che la Brexit è stata un danno incalcolabile. serve manodopera dalla EU

il

La Brexit alla fine sta mostrando tutti i suoi aspetti più nascosti e non valutati da Boris Johnson e soci. Londra Heathrow è nel caos, nella giornata di lunedì sono stati cancellati oltre 60 voli come riporta il The Guardian e lo spettro degli effetti negativi della Brexit diventano ogni giorno che passa sempre più deleteri ed evidenti. Serve manodopera proveniente dalla EU e Londra ora è nel grane più nere.

Quello che è accaduto lunedì è l’ennesimo esempio dei danni creati dalla Brexit e dalla inefficienza globale britannica. Heathrow ha cancellato più di 60 voli e ha avvertito che potrebbe dover chiedere alle compagnie aeree di rimuoverne ancora un numero più importante per far fronte alla crescita della domanda di viaggi dopo la pandemia di coronavirus.


I voli sono stati distribuiti tra i Terminal 3 e 5, con British Airways, Virgin Atlantic e Air France tra le compagnie aeree interessate, interrompendo i piani per circa 10.000 passeggeri solamente in un giorno, una cosa non da poco.


“Prevediamo un numero di passeggeri più alto nei Terminal 3 e 5 oggi rispetto a quello che l’aeroporto ha attualmente la capacità di gestire, quindi per mantenere un’operatività consona abbiamo chiesto ad alcune compagnie aeree che si servono dei Terminal 3 e 5 di rimuovere un totale combinato di 61 voli dall’orario ”, ha detto un portavoce dell’aeroporto.


“Ci scusiamo per l’impatto sui piani di viaggio e stiamo lavorando a stretto contatto con le compagnie aeree per far riprenotare i passeggeri interessati su altri voli”.


I passeggeri colpiti includevano 70 musicisti della London Symphony Orchestra, che sono rimasti bloccati dopo aver suonato la musica del compositore russo Pyotr Tchaikovsky in un festival del fine settimana a Granada, in Spagna, con il direttore ospite Sir John Eliot Gardiner. Sono stati costretti a prendere un autobus di cinque ore da Málaga a Gibilterra per prendere voli alternativi per tornare a casa.


I passeggeri di Heathrow e di altri aeroporti tra cui Gatwick, Birmingham e Manchester hanno segnalato problemi persistenti con enormi code per passare i controlli di sicurezza, smarrimento del bagaglio da stiva e il regolare mancato invio del personale per aiutare i viaggiatori con problemi di mobilità, con conseguenti lunghe attese a vuoto aerei per chi è in sedia a rotelle che non può partire senza l’attrezzatura adeguata.


Heathrow ha dichiarato lunedì che 6 milioni di passeggeri hanno viaggiato attraverso l’aeroporto a giugno – l’equivalente di 40 anni di crescita in soli quattro mesi – e 25 milioni nei primi sei mesi del 2022. Ciò rispetto a soli 19,4 milioni di passeggeri nell’intero 2021.


“Nonostante i nostri migliori sforzi, nelle ultime settimane ci sono stati periodi in cui i livelli di servizio non sono stati accettabili, con lunghi tempi di coda, ritardi per i passeggeri a mobilità ridotta, bagagli che non viaggiano con passeggeri o arrivano in ritardo, e vogliamo scusarci con tutti i passeggeri che ne sono stati colpiti”, si legge in una dichiarazione al mercato azionario lunedì mattina.


Ha anche affermato che avrebbe “valutato attentamente” i tagli delle compagnie aeree agli orari estivi, dopo che il governo del Regno Unito ha spinto un “amnistia sugli slot” per consentire ai vettori di cancellare i voli senza perdere la loro quota di diritti di accesso agli aeroporti.


L’amministratore delegato di Heathrow, John Holland-Kaye, ha avvertito che potrebbe chiedere alle compagnie aeree di cancellare più voli se ritiene che gli orari siano ancora troppo ambiziosi e suscettibili di aumentare il caos.


“Analizzeremo le modifiche agli orari che le compagnie aeree hanno presentato in risposta all’obbligo del governo di ridurre al minimo i disagi per i passeggeri quest’estate e chiederemo loro di intraprendere ulteriori azioni se necessario”, ha affermato. “Vogliamo che tutti coloro che viaggiano attraverso Heathrow siano fiduciosi di avere un viaggio sicuro e affidabile”.


I problemi degli aeroporti nell’affrontare la ripresa sono stati causati in parte dalla loro incapacità di assumere personale sufficiente, dopo i profondi tagli di salari e posti di lavoro da parte di aeroporti e compagnie aeree durante la pandemia. British Airways la scorsa settimana ha riportato la retribuzione del personale addetto al check-in a Heathrow ai livelli pre-pandemia, scongiurando la minaccia di scioperi che si sarebbero aggiunti all’interruzione.


Nonostante la preparazione per la ripresa da novembre, Heathrow ha dichiarato lunedì che non avrebbe raggiunto i livelli di personale pre-pandemia fino alla “fine di luglio”, suggerendo che potrebbero esserci diverse settimane di interruzione in vista.


Il caos negli aeroporti ha provocato un gioco di colpe nell’industria aeronautica. Willie Walsh, l’ex capo della British Airways che ora guida l’International Air Transport Association, un gruppo di lobby, domenica ha criticato direttamente Heathrow per non essersi preparato alla ripresa.


“Heathrow avrebbe sicuramente dovuto prepararsi meglio”, ha detto Walsh in un’intervista alla BBC. “Stavano sostenendo che le compagnie aeree dovrebbero operare almeno l’80% delle loro bande orarie durante il periodo estivo. Chiaramente non fornivano risorse sufficienti per affrontare quel livello di attività, quindi dovresti essere critico nei confronti di Heathrow”.


Philipp Joeinig, amministratore delegato di Menzies Aviation, che fornisce servizi di check-in, smistamento bagagli e rifornimento di carburante per grandi compagnie aeree, tra cui easyJet, ha incolpato i ministri e la Brexit per i ritardi nel personale che riceve i controlli di sicurezza, che secondo lui si stanno aggiungendo a “una crisi crescente ”.


Lunedì ha chiesto al governo di ridurre i controlli di sicurezza e consentire a più lavoratori dell’UE di alleviare la carenza di personale, scrivendo sul Times. Ha aggiunto: “La Brexit ha avuto un grande impatto negativo, riducendo il pool disponibile di dipendenti”.

Heathrow Airport, Terminal 5C (satellite 2) viewed from airfield, May 2011. David Dyson

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.