Il nuovo PNA entrerà in vigore?


ENAC ha inviato al MIMS la bozza del nuovo PNA – Piano Nazionale degli Aeroporti e il MIMS ha dato tempo fino al 21 novembre per la sua consultazione come da link:

https://www.mit.gov.it/comunicazione/news/aeroporti-il-piano-nazionale-consultazione-fino-al-21-novembre-2022

Così lo definisce il MIMS:

19 ottobre 2022 – Il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili (Mims) mette in consultazione la bozza del Piano Nazionale Aeroporti (PNA), elaborato dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC). La bozza di Piano disegna il perimetro d’interesse dell’aviazione civile traguardando il 2035, in un percorso di riconciliazione del trasporto aereo con la tutela dell’ambiente, tanto da essere coerente e permeabile rispetto ai temi della sostenibilità ambientale, della digitalizzazione e dell’innovazione tecnologica, assi portanti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il PNA è un documento di indirizzo politico e tecnico di sviluppo del trasporto aereo e del sistema aeroportuale in grado di potenziare la competitività del sistema economico nazionale, soddisfare la domanda di mobilità di persone e merci, realizzare la transizione ecologica e digitale del settore, aumentare l’accessibilità alle reti di trasporto di tutti i territori, riducendo le attuali disuguaglianze.

Il testo sottoposto alla consultazione è stato sviluppato seguendo le Linee Guida impartite dal Ministro, Enrico Giovannini. Nella preparazione del Piano, l’ENAC ha interagito con la Direzione Generale per gli aeroporti, il trasporto aereo e i servizi satellitari del Ministero (DGATASS). Ulteriori riflessioni sono in corso tra ENAC e Ministero per giungere alla stesura definitiva del Piano, che beneficerà anche delle osservazioni degli stakeholder.

Eventuali osservazioni e contributi, dovranno pervenire alla Direzione Generale per gli aeroporti, il trasporto aereo e i servizi satellitari del Dicastero (DGATASS), entro il 21 novembre 2022, al seguente indirizzo pec: dg.ta@pec.mit.gov.it.

Questi sono i link:

Questo nuovo PNA troverà soddisfazione da parte dei gestori aeroportuali italiani , in particolare quelli medio-grandi , i quali dovrebbero vedere traffico ad aeroporti viciniori più piccoli. A seguire le compagnie aeree accetteranno le nuove future obbliganze , le quali presumibilmente saranno in avversione ai loro piano di sviluppo commerciali, oppure come per i vettori cargo courier dove hanno già messo in campo piani economici di sviluppo importanti con proprie facilities.

Il rischio presumibile e’ che in vari casi i vettori possano ritenere non economico seguire le nuove direttive e abbandonare molti mercati nell’ottica di minimizzare o evitare perdite di gestione.

Il nuovo Governo sarà in sintonia e darà attuazione a questo PNA?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.