Atlas Air Worldwide Holdings, Inc. registra un utile netto del terzo trimestre 2022 di 60,1 milioni di dollari

il

Atlas Air Worldwide Holdings, Inc. ha annunciato il suo utile netto del terzo trimestre 2022 di $ 60,1 milioni, o $ 1,79 per azione diluita, rispetto a un utile netto di $ 119,5 milioni, o $ 3,91 per azione diluita, nel terzo trimestre del 2021.

Su base rettificata, l’EBITDA è stato pari a $ 194,0 milioni nel terzo trimestre di quest’anno rispetto a $ 280,5 milioni nel terzo trimestre del 2021. L’utile netto rettificato nel terzo trimestre del 2022 è stato pari a $ 78,8 milioni, o $ 2,69 per azione diluita, rispetto a $ 145,4 milioni, o $ 4,88 per azione diluita, nel terzo trimestre del 2021.

“Abbiamo continuato a vedere una forte domanda per i nostri servizi durante il terzo trimestre”, ha affermato John W. Dietrich, presidente e amministratore delegato di Atlas Air Worldwide. “Siamo stati inoltre lieti di annunciare un accordo a lungo termine ACMI (aeromobili, equipaggio, manutenzione e assicurazione) in base al quale tutti e quattro i nostri nuovi e in arrivo 777-200 mercantili sono collocati con MSC Mediterranean Shipping Company SA”.

Dietrich ha continuato: “Nonostante questa forte domanda, la nostra performance del terzo trimestre è stata influenzata da interruzioni operative legate all’aumento dei casi di COVID-19, in particolare a luglio e agosto, nonché dagli effetti dell’uragano Ian alla fine del trimestre. Vorrei ringraziare il nostro team Atlas per aver lavorato insieme attraverso queste sfide per conto dei nostri clienti”.

Aggiornamento transazione

Come precedentemente annunciato, il 4 agosto 2022 Atlas Air Worldwide ha stipulato un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di un gruppo di investitori guidato da fondi gestiti da affiliate di Apollo Global Management, Inc., insieme alle affiliate di investimento di JF Lehman & Company, LLC e Hill City Capital LP. Alla luce di questa acquisizione in sospeso, Atlas Air Worldwide non terrà una teleconferenza sugli utili né fornirà indicazioni previsionali. In relazione all’operazione proposta, la Società ha depositato una delega definitiva presso la Securities and Exchange Commission e terrà una relativa assemblea speciale degli azionisti il ​​29 novembre 2022.

La Società continua a prevedere di completare questa transazione nel quarto trimestre 2022 o nel primo trimestre 2023.

Risultati del terzo trimestre

I ricavi sono cresciuti a $ 1,1 miliardi nel terzo trimestre del 2022 rispetto a $ 1,0 miliardi nel trimestre dell’anno precedente. I volumi del terzo trimestre 2022 sono stati 79.274 block hour rispetto ai 90.363 del terzo trimestre 2021.

L’aumento dei ricavi delle operazioni aeree riflette principalmente un aumento della tariffa media per ora di blocco, parzialmente compensato da una riduzione delle ore di volo di blocco. La tariffa media più elevata per ora di blocco è stata principalmente dovuta all’aumento dei prezzi del carburante e ai rendimenti più elevati (al netto del carburante), incluso l’impatto di contratti a lungo termine nuovi ed estesi e l’aumento del volo merci per l’AMC. Le ore di blocco sono diminuite principalmente a causa di interruzioni operative legate all’aumento dei casi di COVID-19 (che erano significativamente più elevati a luglio e agosto), alla nostra operatività di un minor numero di voli passeggeri e agli effetti dell’uragano Ian. L’aumento dei casi e degli effetti dell’uragano ha influito negativamente sulla disponibilità del nostro equipaggio e sulla nostra capacità di posizionarlo a causa delle cancellazioni diffuse e ben pubblicizzate dei voli passeggeri commerciali.

Il contributo del segmento Airline Operations è diminuito durante il trimestre principalmente a causa dell’aumento dei costi pilota relativi al nostro nuovo contratto collettivo di lavoro (CBA), dell’aumento della retribuzione degli straordinari correlati all’aumento dei casi di COVID-19 (che erano significativamente più elevati a luglio e agosto), nonché come premio più elevato per i piloti che operano in alcune aree colpite in modo significativo da COVID-19. Il contributo del segmento è stato anche influenzato negativamente dal minor utilizzo degli aeromobili e dai maggiori costi di viaggio dell’equipaggio relativi alle interruzioni operative descritte nella discussione sui ricavi del segmento sopra, nonché da tariffe aeree commerciali per passeggeri più elevate. Inoltre, il contributo del segmento è stato influenzato negativamente da maggiori spese di manutenzione pesante e da una diminuzione dei voli passeggeri AMC. Queste voci sono state parzialmente compensate da rendimenti più elevati (al netto del carburante), principalmente trainati dall’aumento dei voli cargo per l’AMC e dall’impatto di nuovi ed estesi contratti a lungo termine.

Nel Dry Leasing, i ricavi del segmento nel terzo trimestre del 2022 sono rimasti relativamente invariati rispetto al periodo dell’anno precedente. Il maggior contributo del settore è dovuto principalmente ai minori interessi passivi legati al programmato rimborso del debito.

I proventi e le spese non allocati, netti, sono diminuiti durante il trimestre principalmente a causa di un adeguamento di 15,2 milioni di dollari ai benefici per ferie pagati registrato nel 2021 in relazione al nostro nuovo CBA, interessi passivi inferiori legati alla nostra adozione delle linee guida contabili modificate per i titoli convertibili e minori onorari professionali.

Gli utili dichiarati nel terzo trimestre del 2022 includevano un’aliquota effettiva dell’imposta sul reddito del 23,2%. Su base rettificata, i nostri risultati riflettevano un’aliquota fiscale effettiva del 22,6%.

Risultati di nove mesi

Per i nove mesi terminati il ​​30 settembre 2022, il nostro utile netto dichiarato è stato pari a $ 229,9 milioni, o $ 6,82 per azione diluita, rispetto a un utile netto di $ 316,6 milioni, o $ 10,52 per azione diluita, nel periodo dell’anno precedente (che includeva $ 40,9 milioni, $ 31,9 milioni al netto delle tasse, del reddito della sovvenzione CARES Act).

Su base rettificata, l’EBITDA è stato pari a $ 612,4 milioni nei primi nove mesi del 2022 rispetto a $ 705,6 milioni nei primi nove mesi del 2021. Per i nove mesi chiusi al 30 settembre 2022, l’utile netto rettificato è stato pari a $ 264,9 milioni, o $ 9,04 per azione diluita , rispetto a 339,4 milioni di dollari, o 11,44 dollari per azione diluita, nei primi nove mesi del 2021.

Flotta

Abbiamo preso in consegna i primi due dei nostri quattro nuovi 747-8F a maggio e ottobre 2022. Sulla base della cronologia aggiornata fornita da Boeing, si prevede che i restanti due aeromobili saranno consegnati durante il quarto trimestre del 2022 e il primo trimestre del 2023 Come annunciato nel febbraio 2022, tutti e quattro questi aeromobili sono affidati a clienti con accordi a lungo termine.

Come annunciato a settembre 2022, tutti e quattro i nostri nuovi e in arrivo 777-200LRF sono stati collocati con MSC con un contratto ACMI a lungo termine. Riflettendo le attuali aspettative di Boeing, prevediamo che il primo aereo sarà consegnato alla fine del quarto trimestre di quest’anno e altri tre nel corso del 2023.

Come precedentemente comunicato, stiamo acquistando cinque dei nostri 747-400F esistenti al termine del loro noleggio nel corso di quest’anno, tre dei quali sono stati acquisiti tra marzo e agosto 2022. Prevediamo di completare le restanti due acquisizioni di aeromobili nel quarto trimestre 2022.

Contanti

Al 30 settembre 2022, la nostra liquidità, inclusi mezzi equivalenti e liquidità vincolata, ammontava a $ 476,0 milioni rispetto a $ 921,0 milioni al 31 dicembre 2021.

Il cambio di posizione è il risultato della liquidità utilizzata per attività di investimento e finanziamento, inclusi 290,1 milioni di dollari per pagamenti pre-consegna per il nostro nuovo aeromobile (di cui 120,1 milioni di dollari relativi a un pagamento finale per un 747-8F, e all’inizio di ottobre abbiamo completato il acquisizione di tale aeromobile e ricevuto proventi finanziari di $ 140,0 milioni), $ 216,6 milioni relativi al regolamento delle nostre obbligazioni convertibili 2015 e $ 100,0 milioni per il nostro programma di riacquisto accelerato di azioni, parzialmente compensato dalla liquidità fornita dalle attività operative.

Informazioni sulle misure finanziarie non GAAP

Per integrare i nostri rendiconti finanziari presentati in conformità con gli US GAAP, presentiamo alcune misure finanziarie non GAAP per aiutare nella valutazione delle nostre prestazioni aziendali. Queste misure non GAAP includono l’EBITDA rettificato; Utile netto rettificato; EPS diluito rettificato; Aliquota fiscale effettiva modificata; e Free Cash Flow, che escludono alcune entrate e spese non monetarie e voci che incidono sui confronti anno su anno dei nostri risultati. Queste misure non GAAP potrebbero non essere paragonabili a misure con titoli simili utilizzate da altre società e non dovrebbero essere considerate isolatamente o come sostituti dell’utile netto; EPS diluito; Aliquota fiscale effettiva; e la liquidità netta fornita dalle attività operative, che sono le misure di performance più direttamente comparabili preparate secondo gli US GAAP, rispettivamente.

Il nostro management utilizza queste misure finanziarie non GAAP per valutare le prestazioni delle operazioni in corso dell’azienda e per pianificare e prevedere periodi futuri. Riteniamo che queste misure rettificate, se considerate insieme alle corrispondenti misure finanziarie US GAAP e alle riconciliazioni con tali misure, forniscano informazioni supplementari significative per aiutare gli investitori e gli analisti a comprendere i nostri risultati finanziari e valutare le nostre prospettive di performance future. Per esempio:

EBITDA rettificato; Utile netto rettificato; e l’EPS diluito rettificato forniscono una base più comparabile per analizzare i risultati operativi e gli utili e sono misure comunemente utilizzate dagli azionisti per misurare la nostra performance. Inoltre, la retribuzione incentivante del management è determinata, in parte, utilizzando l’EBITDA rettificato e l’utile netto rettificato.
L’aliquota fiscale effettiva modificata fornisce informazioni dettagliate sugli effetti fiscali delle nostre operazioni commerciali in corso.
Il flusso di cassa gratuito aiuta gli investitori a valutare la nostra capacità, a lungo termine, di creare valore per i nostri azionisti poiché rappresenta la liquidità disponibile per eseguire la nostra strategia di allocazione del capitale.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.