Nico Valsesia ospite a La Thuile per presentare il documentario “Ascension to Ararat”

il

Sabato 28 gennaio alle ore 21.00, nella sala conferenza dell’Hotel Planibel, si terrà l’evento di presentazione di “Ascension to Ararat”, il documentario che racconta l’impresa più recente di Nico Valsesia (ultrarunner e ciclista) che, nel maggio 2021, ha provato a raggiungere la vetta dell’Ararat (5.137m), il monte più elevato della Turchia, partendo dal Mar Nero. Un “From Zero to” (ndr. progetto ideato dallo stesso atleta) particolarmente emozionante per Nico, accompagnato dal figlio Felipe in questa avventura dal mare alla vetta.Con la regia di Alessandro Beltrame, il documentario ripercorre la lunga pedalata e poi il percorso a piedi che Nico e il figlio hanno affrontato dal Mar Nero a Doğubeyazıt e poi per raggiungere la cima del Monte Ararat, la leggendaria montagna dove si narra si sia fermata l’Arca di Noè dopo il Diluvio Universale. In questa occasione sarà anche presente Ersilio Ambrosini, co-fondatore dell’associazione sportiva dilettantistica Team Life di Chiari (BS) nata nel 2019 con un unico intento: aiutare l’Associazione Mario Campanacci dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna dove ogni anno si cercano di salvare centinaia di bambini e ragazzi dai 2 ai 20 anni a cui sono stati diagnosticati sarcomi dell’apparato muscolo scheletrico.Dall’amicizia tra Ersilio e Nico è nato il progetto OKTRE che parla di rinascita tramite sport e inclusione; in collaborazione con l’Istituto Ortopedico, vengono organizzati viaggi in bici per ragazzi oncologici per dar loro un segnale molto forte, ovvero che una malattia non deve essere d’impedimento a vivere la propria vita.Non a caso, il motto di Nico (“la fatica non esiste”) e quello di Ersilio (“disabile ma libero di vivere”), sono esempio di come si possa vivere la vita al meglio, pur affrontando imprese estreme diverse, ma con un unico obiettivo, ovvero quello di dimostrare a chi non sta bene che la vita è bella e che si può continuare a viverla svolgendo diverse attività che vanno oltre allo sforzo fisico, ma che sono una vera e propria terapia benefica per corpo e mente.Proprio come a La Thuile, il lato Wild del Monte Bianco, luogo ideale per ricaricarsi, per sentirsi libero, per misurarsi con gli sport che più si amano o in sfide ad alto tasso energetico. La partecipazione è gratuita.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.