Come eravamo: l’hawaiano di Itavia

il

Il più grande DC9 in servizio in Italia negli anni 70 fu con l’Itavia. Era l’hawaiano, oppure era chiamato “il cardinale”. Internamente poteva far salire fino a 139 passeggeri. In precedenza i DC9/32 dell’Alitalia, Ati e Itavia arrivavano fino a 125 posti. Un momentaneo sorpasso.

Infatti in quegli anni la compagnia aerea guidata da Aldo Davanzali era in forte sviluppo. Il network cresceva e non solo di voli di linea su rotte non servite da Alitalia. Ma anche volando molte ore di voli charter da e verso il bacino del Mediterraneo. Non solo outgoing, ma sopratutto incoming. Qui, non a caso, in questa foto proveniente dal web e’ ripreso a Dusseldorf.

Dopo l’arrivo di cinque DC9 della serie 10 e svariati Fokker 28 entrati in flotta qualche anno prima. Fu quindi il tempo del nolo di alcuni DC9/30. Il 14 giugno 1976 da Hawaiian Airlines arrivo’ l’esemplare N609HA. Fu impiegato non solo per voli charter, ma anche sulle linee regolari, in particolare transitava su Bologna dove la compagnia aerea privata aveva il suo principale snodo operativi con molte destinazioni, alcune di queste richiedevano più capacità.

L’aereo ritorno alla Hawaiian Air esattamente poco più di un anno dopo il 19 giugno 1977.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.