Air Dolomiti mette casa a Firenze. Partiti i voli per Palermo e Catania con taglio del nastro


Air Dolomiti mette casa a Firenze ed apre oggi i voli diretti verso Palermo e Catania. Fra due settimane sarà la volta di Cagliari e Bari. Ma questo e’ solo la punta di un iceberg di quello che Air Dolomiti pensa di voler fare da Firenze.
Da ieri, tre dei quindici Embraer 195 da 120 posti sono stati spostati da Verona per diventare pianta stabile all’Amerigo Vespucci. E’ un quinto della flotta del vettore italiano totalmente partecipato da Lufthansa. Un importante investimento, questo è’ senza ombra di dubbio.
I voli vengono operati il lunedì, giovedì, venerdì e domenica.
Air Dolomiti permette ai passeggeri di ottenere tutti i benefit per i frequent flyer Star Alliance, essendo essa parte di Lufthansa Group.
Nei piani dell’aerolinea, c’è’ l’ambizione è la volontà in futuro di scalzare Vueling dalla prima posizione per numero di passeggeri movimentati da Firenze.
“Air Dolomiti”come dice Paolo Sgaramella – VP Commercial – “oltre a questi velivoli, ha da qualche mese aperto una base tecnica di manutenzione in un hangar già presente sullo scalo. Ciò significa aver dato lavoro a tante figure specializzate”. Questi sono investimenti molto onerosi.


Firenze si affianca a Verona. Cresce esponenzialmente l’impegno, fino a qualche mese fa limitato ai voli per Monaco ed il 50% di quelli per Francoforte. Un cambio di passo per il vettore italiano, che nel post Covid-19 si dedicherà all’apertura di collegamenti aerei domestici e non, attualmente non serviti, oppure con margini di potenzialità non espressa.
Non a caso qualche giorno fa al Corriere della Sera Jorg Eberhart – Presidente e CEO – ha paventato la possibilità di aperture da Firenze su Zurigo e Vienna. Oltre ad un inedito Firenze – Berlino, vista la prossima definitiva partenza del grande scalo da tempo in costruzione nella capitale teutonica.
Ma tornando ai nuovi voli nazionali, questi saranno “own risk”, con solo codice EN. I prezzi partono da 99€ sola andata. L’andata e ritorno e’ disponibile da 178€. “Non vedevamo l’ora” – dice Sgaramella che continua “per noi e per Firenze”. L’effetto Covid-19 ha pesato e sta pesando per tutti nella filiera del trasporto aereo.
Soddisfatti i vertici dell’aeroporto toscano, a partire da Marco Carrai – Presidente di Toscana Aeroporti ed il nuovo AD da qualche giorno l’Ing. Roberto Naldi, che ha sostituito la Dott.ssa Gina Giani. Carrai ha detto “siamo contenti che un importante compagnia ci abbia scelto per la ripartenza con questi voli nazionali per quattro aeroporti italiani”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.