WestJet allo sciopero indetto da Unifor

il

WestJet announced its intent to return its fleet of 737 MAX aircraft to passenger service, in a phased and transparent approach. (CNW Group/WESTJET, an Alberta Partnership)

WestJet ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione in merito all’annuncio fatto da Unifor, il sindacato che rappresenta alcuni dipendenti WestJet dell’aeroporto di Calgary International Airport e l’aeroporto internazionale di Vancouver, in merito ai risultati del suo voto di autorizzazione allo sciopero.

In risposta allo sciopero di Unifor, Angela Avery, Executive Vice President and Chief People, Corporate and Sustainability Officer ha commentato: “Questo è un passaggio comune nel processo di negoziazione del lavoro e non è stato inaspettato. Rimaniamo concentrati sulla negoziazione con successo di un accordo che offra valore ai nostri dipendenti aeroportuali, molti dei quali sono entrati a far parte di WestJet nell’ultimo anno. Nel frattempo, continueremo a fornire ai nostri ospiti il ​​viaggio aereo amichevole e conveniente per cui WestJet è sempre stata conosciuta”.

WestJet si impegna a una compensazione competitiva che riconosca i contributi dei dipendenti aeroportuali, garantendo al contempo che la compagnia aerea sia posizionata per tornare alla redditività, dopo oltre due anni di perdite finanziarie senza precedenti dovute alla pandemia. Con la ricostruzione della compagnia aerea, la maggior parte dei dipendenti aeroportuali lavora con l’azienda da meno di un anno e la stragrande maggioranza dei dipendenti aeroportuali più di ruolo ha ricevuto aumenti attraverso la struttura delle fasce retributive esistente, oltre a una retribuzione variabile leader del settore canadese .

Mentre i canadesi fanno il loro tanto atteso ritorno per viaggiare questa estate, la compagnia aerea sta lavorando su piani di emergenza precauzionali e ha identificato i dipendenti che potrebbero essere riassegnati se necessario. Questa misura preventiva è in atto per garantire la continuità del servizio aereo critico da costa a costa e per proteggere la fragile ripresa dell’industria dei viaggi e del turismo canadese.

WestJet ha pianificato meticolosamente le operazioni estive e attraverso sforzi proattivi per stabilizzare le operazioni e dall’inizio di luglio guida gli operatori canadesi con un fattore di completamento del 97,5%. La compagnia aerea continua a lavorare a stretto contatto con il governo federale, fornitori di terze parti e partner aeroportuali per mitigare le sfide operative che rimangono al di fuori del controllo di WestJet in questo difficile panorama di ripresa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.