Lo stadio principale dello Space Launch System costruito da Boeing alimenta la prima missione Artemis della NASA sulla Luna

il

  • La missione Artemis I apre la strada al ritorno degli uomini all’esplorazione dello spazio 
  • Il primo razzo per lanciare equipaggi sulla Luna attualmente in produzione

Il razzo Space Launch System della NASA, alimentato dallo stadio principale costruito da Boeing, è decollato all’1:47 AM ET dal Kennedy Space Center. Dopo otto minuti e mezzo di volo, il core stage ha completato la sua missione e si è separato dallo stadio superiore del razzo, inviando la navicella spaziale Orion della NASA nel suo primo viaggio intorno alla Luna.

“Per la prima volta in 50 anni, questo paese può vantare una capacità di lancio eccezionale”, ha affermato Jim Chilton, vicepresidente senior della divisione Space and Launch di Boeing. “Questo volo di prova è stato una dimostrazione di innovazione ingegneristica e siamo pronti a supportare la NASA e i suoi partner internazionali nel riportare gli uomini a esplorare lo spazio”. 

Durante la missione, lo stadio centrale ha svolto diverse funzioni importanti, tra cui l’alimentazione di entrambi i serbatoi, l’attivazione del sistema idraulico, l’accensione dei motori, l’esecuzione dei programmi di controllo del vettore di spinta in volo, l’esaurimento dei serbatoi di carburante, lo spegnimento dei motori e la corretta separazione e smaltimento manovre.

“È stato un lancio assolutamente meraviglioso, dal punto di vista visivo e tecnico”, ha affermato John Shannon, vicepresidente e program manager del programma SLS di Boeing. “Questo razzo controlla forze incredibili mentre sfreccia nell’atmosfera. Ha svolto la missione per cui l’avevamo progettato e ringraziamo il nostro team e i nostri partner per tutto il loro duro lavoro nel rendere questo primo lancio un successo”. 

Lo stadio centrale del razzo si trova a quasi 65 metri ed è composto da un serbatoio di ossigeno liquido da 196.000 galloni, un serbatoio di idrogeno liquido da 537.000 galloni, insieme a una sezione che unisce i due serbatoi di carburante. Un team di Boeing produce il core stage presso il Michoud Assembly Facility della NASA a New Orleans, in Louisiana, e utilizza componenti realizzati da oltre 430 fornitori negli Stati Uniti. Il team Boeing sta preparando le prossime tappe per i rispettivi voli. Il Core Stage-2, o CS-2, lancerà il primo equipaggio del programma Artemis e si trova nell’area di assemblaggio finale a Michoud. Il CS-3 potrebbe a breve lanciare il primo atterraggio lunare con equipaggio dall’era dell’Apollo, che includerà la prima donna e la prima persona di colore. Questa fase, così come quella del CS-4, sono già in preparazione a Michoud. Inoltre, il cosiddetto Exploration Upper Stage, per la prova strutturale di uno stadio superiore più nuovo e più potente, è in fase di fabbricazione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.