Delta: secomdo trimestre nero. Quasi 4 miliardi di $ di perdite. Entrate a -11 miliardi di $

il

  • Perdita al lordo delle imposte GAAP del secondo trimestre 2020 di $ 7,0 miliardi e perdita per azione di $ 9,01 su ricavi totali di $ 1,5 miliardi
    Secondo trimestre 2020 perdita rettificata al lordo delle imposte di $ 3,9 miliardi e perdita rettificata per azione di $ 4,43 su ricavi rettificati di $ 1,2 miliardi
    Delta ha chiuso il trimestre di giugno 2020 con $ 15,7 miliardi di liquidità
    Delta Air Lines ha riportato oggi i risultati finanziari per il trimestre di giugno 2020 e ha delineato la sua continua risposta alla pandemia globale COVID-19. I risultati dettagliati del trimestre di giugno 2020, inclusi GAAP e metriche adeguate, sono a pagina quattro e sono qui incorporati.

“Una perdita ante imposte rettificata di $ 3,9 miliardi per il trimestre di giugno su un declino di oltre $ 11 miliardi delle entrate rispetto allo scorso anno, illustra l’impatto davvero sbalorditivo della pandemia di COVID-19 sulla nostra attività. Di fronte a questa sfida, il nostro personale ha agito in modo rapido e decisivo per proteggere i nostri clienti e la nostra azienda, riducendo il consumo medio giornaliero di contanti di oltre il 70% dalla fine di marzo a $ 27 milioni nel mese di giugno “, ha affermato Ed Bastian, Amministratore delegato di Delta. “Dati gli effetti combinati della pandemia e il relativo impatto finanziario sull’economia globale, continuiamo a credere che passeranno più di due anni prima di assistere a una ripresa sostenibile. In questo ambiente difficile, i punti di forza che sono alla base del business di Delta – i nostri dipendenti, il nostro marchio, la nostra rete e la nostra affidabilità operativa – guidano ogni decisione che prendiamo, differenziando Delta con i nostri clienti e posizionandoci per avere successo quando la domanda ritorna. “

Risultati finanziari del trimestre di giugno

Una perdita ante imposte rettificata di $ 3,9 miliardi esclude $ 3,2 miliardi di voci direttamente correlate all’impatto di COVID-19 e alla risposta della società, inclusi gli oneri di ristrutturazione relativi alla flotta, le svalutazioni relative a determinati investimenti azionari di Delta e il beneficio del Borsa CARES Act riconosciuta nel trimestre
Il fatturato totale rettificato di $ 1,2 miliardi, che esclude le vendite della raffineria, è diminuito del 91 percento rispetto all’anno precedente con una riduzione della capacità del sistema dell’85 percento rispetto all’anno precedente
I costi operativi totali sono diminuiti di $ 4,1 miliardi rispetto all’anno precedente. I costi operativi rettificati totali sono diminuiti di $ 5,5 miliardi o 53 percento nel trimestre di giugno rispetto all’anno precedente, trainati da minori spese legate alla capacità e ai ricavi e da una forte gestione dei costi in tutta l’azienda
Alla fine del trimestre di giugno, la società aveva liquidità per $ 15,7 miliardi

  • Aggiornamento sulla risposta COVID-19

    In risposta alla pandemia di COVID-19, la società ha privilegiato la sicurezza di clienti e dipendenti, la conservazione della liquidità finanziaria e la garanzia che sia ben posizionata per il recupero. Le azioni nell’ambito di queste priorità includono:

    Proteggere la salute e la sicurezza dei dipendenti e dei clienti

    Adozione di nuove procedure di pulizia su tutti i voli, tra cui spruzzatura elettrostatica disinfettante su aeromobili e sanificazione delle aree ad alto tocco prima di ogni volo
    Adottare misure per aiutare dipendenti e clienti a praticare il distanziamento sociale e la sicurezza, incluso l’obbligo per i dipendenti e i clienti di indossare maschere, bloccare i posti di mezzo e limitare il fattore di carico al 60 percento e modificare il processo di imbarco e di pianificazione
    Installazione di scudi in plexiglass su tutti i banchi check-in Delta, Delta Sky Club e sportelli gate, aggiunta di indicatori di distanza sociale nella hall check-in, Delta Sky Clubs, nelle aree gate e nei ponti jet
    Lancio di un’organizzazione per la pulizia globale dedicata all’evoluzione dei già elevati standard di pulizia di Delta, cercando di portare la stessa attenzione e rigore che hanno sostenuto la reputazione di Delta per un’affidabilità operativa senza pari
    Fornitura di test COVID-19 per dipendenti in collaborazione con la Mayo Clinic e Quest Diagnostics
    Dare ai clienti la flessibilità di pianificare, ri-prenotare e viaggiare, compresa la proroga della scadenza dei crediti di viaggio fino a settembre 2022. Delta ha fornito rimborsi in contanti per oltre $ 2,2 miliardi nel 2020
    Preservare la liquidità finanziaria

    Raccolta di quasi $ 15 miliardi in operazioni di finanziamento dall’inizio di marzo, a un tasso di interesse medio misto del 5,5 per cento, inclusa la parte di prestito non garantito ricevuta nell’ambito del programma di sostegno alle retribuzioni CARES Act (“PSP”)
    Ridurre l’ustione di cassa (vedere la nota A) per tutto il trimestre di giugno con l’obiettivo di raggiungere l’ustione di cassa in pareggio entro la fine dell’anno
    Modifica delle linee di credito in sostituzione di tutti i patti del coefficiente di copertura delle commissioni fisse con covenants basati sulla liquidità
    Estensione delle scadenze di $ 1,3 miliardi di prestiti con agevolazioni creditizie rotative dal 2021 al 2022
    Gestire in modo aggressivo i costi attraverso una capacità inferiore, una riduzione della spesa per il carburante e iniziative sui costi, inclusi programmi di lavoro ridotti e assenze volontarie dei dipendenti, parcheggio di aeromobili, consolidamento di strutture ed eliminazione di quasi tutte le spese discrezionali
    Ottenere $ 5,4 miliardi di fondi di sovvenzione e prestiti non garantiti attraverso la PSP della legge CARES da versare a rate entro luglio 2020
    Continuare a valutare future opportunità di finanziamento sfruttando attività non vincolate. Siamo idonei e abbiamo presentato una lettera di intenti non vincolante al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti per $ 4,6 miliardi nell’ambito del programma di prestito garantito CARES Act. La società non ha ancora deciso se partecipare e ha la possibilità di eleggere la partecipazione fino al 30 settembre 2020

Definire il percorso di recupero di Delta

Posizionare Delta come compagnia aerea più piccola ed efficiente nei prossimi anni accelerando la semplificazione della flotta con il ritiro di intere flotte MD-88, MD-90, 777 e 737-700 e parti delle flotte 767-300ER e A320 nel 2020
Sfruttare la riduzione della domanda per accelerare i progetti di costruzione di aeroporti a Los Angeles, New York LaGuardia e Salt Lake City, nel tentativo di abbreviare i tempi e ridurre il costo totale dei progetti
Avvio di programmi volontari di uscita e prepensionamento per la gestione proattiva delle operazioni di personale e di riscatto. I programmi prevedono la liquidazione in contanti, la copertura sanitaria completamente retribuita, l’assistenza sanitaria ai pensionati migliorata per alcuni partecipanti e maggiori privilegi di viaggio per i dipendenti idonei che scelgono di partecipare
Ambiente di entrate e capacità

La domanda di viaggi aerei è diminuita in modo significativo nel trimestre di giugno a seguito di COVID-19, con i passeggeri pianificati in calo del 93 percento anno su anno. Di conseguenza, i ricavi operativi rettificati di Delta di $ 1,2 miliardi per il trimestre di giugno sono diminuiti del 91% rispetto al trimestre di giugno 2019. Le entrate dei passeggeri sono diminuite del 94 percento con una capacità inferiore dell’85 percento. Le entrate non di biglietti sono diminuite del 65%, poiché le entrate di Cargo, MRO e Fedeltà sono diminuite a un tasso inferiore rispetto alle entrate di biglietti.

andamento dei costi

I costi operativi rettificati totali per il trimestre di giugno sono diminuiti di $ 5,5 miliardi o 53 percento rispetto al trimestre dell’anno precedente, escludendo un beneficio CARES Act di $ 1,3 miliardi e $ 2,5 miliardi di oneri di ristrutturazione derivanti da decisioni relative alla flotta e altri oneri. Questa performance è stata trainata da una riduzione di $ 1,9 miliardi o 84 percento delle spese di carburante, una riduzione del 90 percento delle spese di manutenzione dal parcheggio di oltre 700 aeromobili e spese significativamente inferiori per volume e entrate. Gli stipendi e le spese per le indennità sono diminuiti del 24 percento, aiutati da oltre 45.000 dipendenti che hanno scelto di prendere congedi volontari non retribuiti.

“La nostra performance dei costi del trimestre di giugno riflette il lavoro straordinario di tutto il team Delta, poiché abbiamo rimosso più del 50 percento dalla nostra base di costi adeguata”, ha affermato Paul Jacobson, Chief Financial Officer di Delta. “Prevediamo di ottenere una riduzione analoga del 50% su base annua nel trimestre di settembre, nonostante un aumento sequenziale della capacità, che riflette la maggiore variabilità che abbiamo raggiunto nella nostra struttura dei costi”.

Stato patrimoniale, liquidità corrente

Delta ha chiuso il trimestre di giugno con $ 15,7 miliardi di liquidità. La liquidità utilizzata nelle operazioni durante il trimestre è stata di $ 290 milioni. Il cash burn giornaliero è stato in media di $ 43 milioni per il trimestre con una media di $ 27 milioni per il mese di giugno, con un calo del 70% rispetto ai livelli di fine marzo.

Alla fine del trimestre di giugno, la società aveva un debito totale e obblighi di leasing finanziario di $ 24,6 miliardi con un debito netto rettificato di $ 13,9 miliardi. Durante il trimestre, la società ha raccolto $ 11 miliardi di nuova liquidità a un tasso medio misto del 6,5 per cento. I nuovi finanziamenti completati nel trimestre includevano $ 5,0 miliardi in finanziamenti garantiti da slot, gate e rotte, $ 2,8 miliardi nelle transazioni di vendita-locazione, $ 1,4 miliardi del prestito PSP, $ 1,3 miliardi in titoli non garantiti, $ 243 milioni in tranche B di certificati Enhanced Equipment Trust ( “EETC”) e altri $ 250 milioni sul suo prestito a termine garantito di 364 giorni.

Alla fine del trimestre di giugno, la responsabilità del traffico aereo della compagnia ammontava a $ 5,0 miliardi, inclusa una passività corrente di $ 4,7 miliardi e una passività non corrente di $ 0,3 miliardi. La responsabilità del traffico aereo non corrente rappresenta la nostra attuale stima dei biglietti da volare, nonché i crediti da utilizzare, oltre un anno. I crediti di viaggio rappresentano circa il 60 percento della responsabilità totale del traffico aereo.

“La nostra incassi giornalieri medi è migliorata in modo sequenziale ogni mese da marzo e continuiamo a impegnarci per raggiungere un pareggio in contanti entro la fine dell’anno”, ha continuato Jacobson. “Abbiamo rafforzato con successo la nostra liquidità a $ 15,7 miliardi alla fine di giugno attraverso nuovi finanziamenti e finanziamenti CARES Act durante il trimestre, con un debito netto rettificato di $ 13,9 miliardi in aumento di $ 3,4 miliardi dall’inizio dell’anno. Raccogliendo denaro in anticipo e gestendo in modo aggressivo i costi, siamo pronti a navigare in quello che sarà un periodo di entrate volatili mentre prendiamo decisioni che posizionano bene Delta per l’eventuale recupero. ”

CARES Act Contabilità, spese di ristrutturazione e svalutazioni legate agli investimenti

Nell’aprile 2020, a Delta sono stati concessi $ 5,4 miliardi di aiuti di emergenza attraverso la PSP del CARES Act da versare a rate fino a luglio 2020. Nel trimestre di giugno, la società ha ricevuto $ 4,9 miliardi nell’ambito della PSP, costituiti da $ 3,5 miliardi in fondi di sovvenzione e un prestito decennale di $ 1,4 miliardi a basso interesse e non garantito. I restanti 544 milioni di dollari saranno ricevuti a luglio 2020. Nel trimestre di giugno circa 1,3 miliardi di dollari della sovvenzione sono stati rilevati come contropartita, che si riflette come “riconoscimento della sovvenzione CARES Act” sul conto economico consolidato nel corso dei periodi in cui il i fondi sono destinati a compensare. I rimanenti $ 2,2 miliardi della sovvenzione sono stati registrati come contropartita differita nelle altre passività maturate nei bilanci consolidati. La società prevede di utilizzare tutti i proventi della PSP entro la fine del 2020.

Durante il trimestre di giugno, la società ha deciso di ritirare l’intera flotta MD-90, 777 e 737-700 e parti delle sue flotte 767-300ER e A320 entro la fine del 2020. Ciò si aggiunge alla decisione del trimestre di marzo di accelerare il ritiro della sua flotta MD-88 da dicembre 2020 a giugno 2020. La società ha inoltre annullato l’impegno di acquisto per quattro aeromobili A350 da LATAM. In primo luogo a seguito di tali decisioni, la società ha registrato $ 2,5 miliardi di oneri relativi alla flotta e altri oneri, che si riflettono in “Oneri di ristrutturazione” nel Conto economico consolidato.

Durante il trimestre di giugno, la società ha registrato una svalutazione di $ 1,1 miliardi nel suo investimento in LATAM Airlines e una svalutazione di $ 770 milioni nel suo investimento in AeroMexico a seguito delle perdite finanziarie e delle dichiarazioni separate di fallimento del capitolo 11. Nel corso del trimestre Delta ha inoltre ridotto gli investimenti in Virgin Atlantic, con un addebito di $ 200 milioni. Le svalutazioni relative ai partner azionari sono riflesse come “Perdite di valore e perdite del metodo del patrimonio netto” nel Conto economico consolidato.

Risultati del trimestre di giugno

I risultati del trimestre di giugno sono stati adeguati principalmente per la contabilità CARES Act, gli oneri di ristrutturazione e le svalutazioni relative agli investimenti sopra descritte.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.