L’aeroporto di Lipsia sarà l’hub per gli aiuti umanitari per la Namibia

il

L’aeroporto di Lipsia/Halle (LEJ) sta intensificando le sue attività come hub per gli aiuti umanitari: alla fine della scorsa settimana, altri due aerei di soccorso sono decollati dall’aeroporto, diretti a Windhoek, in Namibia. A bordo dell’aereo Antonov 124 erano urgentemente necessarie forniture mediche, comprese maschere e ventilatori, per questo Paese sudafricano duramente colpito dalla pandemia di COVID-19. Finora, il governo tedesco ha fornito più di 600 pallet di merci di soccorso, che sono state trasportate nell’area dalla compagnia aerea russa Volga-Dnepr. L’AN-124 è stato caricato da PortGround, una consociata di Mitteldeutsche Flughafen AG specializzata nella movimentazione di merci e rampe. L’operazione è stata commissionata dalla direzione generale della Protezione civile europea e delle operazioni di aiuto umanitario (ECHO).

All’inizio di quest’anno il gruppo Volga-Dnepr e l’aeroporto di Lipsia/Halle hanno firmato il protocollo d’intesa (MOU) con l’obiettivo di rafforzare l’hub umanitario presso LEJ. “Non solo questi voli dimostrano il nostro impegno verso il settore umanitario, ma rappresentano anche un passo logico per l’ulteriore sviluppo di una cooperazione strategica di lunga durata tra LEJ e il gruppo Volga-Dnepr”, sottolinea Yulia Celetaria, direttore sanitario globale per il gruppo Volga-Dnepr. . “I nostri recenti voli per la Namibia, organizzati in collaborazione con il nostro cliente Maersk, sono uno dei passi della tabella di marcia. I nostri voli per la Namibia arrivano la stessa settimana in cui trasportiamo attrezzature antincendio in Grecia e macchinari per la produzione di vaccini in India, il che dimostra la nostra disponibilità a sostenere il settore degli aiuti e dei soccorsi”.

Nell’ambito del programma rescEU, avviato anche da ECHO, è prevista la creazione di un nuovo centro logistico di protezione civile presso l’aeroporto di Lipsia/Halle. La Croce Rossa tedesca (DRK) allestirà il sito non lontano dall’aeroporto. I due partner hanno anche collaborato strettamente alla preparazione dei voli, consentendo all’azione di svolgersi senza intoppi e rapidamente.

Hub importante per le forniture mediche

Oltre al normale traffico passeggeri e merci, l’aeroporto di Lipsia/Halle funge anche da hub per forniture di soccorso medico e dispositivi di protezione. Nella prima metà del 2021, ad esempio, oltre al normale traffico aereo, sono stati già gestiti circa 70 voli charter cargo, trasportando milioni di test Covid-19 e DPI.

L’UE e i suoi Stati membri hanno istituito centri logistici per garantire che la popolazione rimanga adeguatamente rifornita, anche in caso di crisi. Oltre ad essere utilizzati per l’acquisto, lo stoccaggio e la manutenzione dei dispositivi di protezione, i centri possono anche fungere da base per l’organizzazione della logistica di distribuzione.

Essendo il quarto più grande hub di merci aviotrasportate d’Europa, l’aeroporto sostiene importanti catene logistiche e di approvvigionamento che servono sia le imprese industriali che la popolazione. Complessivamente, circa 60 compagnie aeree cargo volano verso l’aeroporto, operando una rete di rotte con oltre 200 destinazioni in tutto il mondo.

Foto: Aeroporto di Lipsia/Halle, Silvio Bürger

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.