Ryanair minaccia di lasciare gli aeroporti belgi, dopo che i sindacati hanno chiamato due giornate di sciopero

il

Ryanair non ha intenzione di opporsi allo sciopero previsto per il 23 e24 luglio in Belgio dai piloti del vettore basati a Bruxelles e Charleroi.

il vettore non capisce le ragioni dello sciopero, visto che nel 2020 aveva raggiunto un intesa con loro.

Ryanair ha scritto nella sua lettera “Se la tua unica tattica è negare di aver mai firmato un accordo, rifiutarti di negoziare e continuare a indire uno sciopero per cercare di minare l’accordo del 2020 che hai negoziato, allora non c’è speranza di un accordo e alla fine dovrai spiegare a i piloti perché devono sprecare soldi in scioperi e perché l’attività alla fine lascerà gli aeroporti belgi”.

Nel significare che Ryanair potrebbe lasciare il belgio, diciamo è alla stessa stregua di quanto accaduto nei Paesi Bassi con Eindhoven, dove ha rimosso tutti gli aerei basati e trasferito o licenziato i dipendenti. Le rotte sono comunque rimaste operanti nella maggior parte de casi utilizzando gli aerei basati negli aeroporti di origine dei collegamenti al di fuori dei Paesi Bassi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.