Il 2019 a San Francisco

il

Tante novità nella città che non smette mai di stupire

Come sempre la regina della baia non perde tempo e inaugura un 2019 forte dei successi dell’anno precedente, ricco di nuove aperture ed importanti ristrutturazioni.

 

Dando uno sguardo alla scena alberghiera di San Francisco scopriamo i Virgin Hotels, brand del gruppo Virgin fondato da Richard Branson, che dopo Chicago ha inaugurato a San Francisco lo scorso ottobre il suo secondo hotel negli Stati Uniti. Si tratta di un boutique hotel in linea con il lifestyle del brand che offre 196 tra stanze e suite. Diversi i luoghi di ristoro, bar e caffè all’interno della struttura, incluso il Commons Club, spazio esclusivo identificativo del brand, oltre ad ampi spazi meeting e un bar sul rooftop. Il 2019 sarà il suo anno. Yotel aprirà il suo primo hotel di 203 camere sulla West Coast il 1 febbraio 2019, all’interno dello storico Grant Building al 1095 di Market Street. Situato nel vivace quartiere di mid-market, Yotel San Francisco sarà nel cuore di un’area che sta vivendo una grande trasformazione e che è sede di aziende protagoniste della nuova era digitale come Twitter, Yammer, Zendesk, Spotify, Square e Uber.

Il Lodge at the Presidio ha aperto a giugno 2018. Situato all’interno del parco nazionale del Presidio, l’hotel offre una vista spettacolare sul Golden Gate Bridge, sulla foresta circostante e sullo skyline della città. Le 42 camere della struttura sono state ricavate dalla storica caserma sulla Montgomery Street che ha ospitato l’esercito americano dal 1895 al 1897. All’interno della struttura si respira un’atmosfera antica grazie ad una vera e propria celebrazione di cimeli e pezzi d’epoca, in perfetta sintonia con il design moderno di mobili e rifiniture. Completano il quadro un braciere esterno, un portico con sedie a dondolo e una grande sala da pranzo e molto altro ancora. Vicino all’hotel il Presidio Officers Club Museum, il Walt Disney Family Museum, oltre a sentieri panoramici e campi da golf.

Le 131 camere del San Francisco Proper Hotel sono diventate un punto di riferimento all’angolo tra la Market e la Mc Allister street. L’hotel è frutto del restauro di un edificio molto amato in città, il cosiddetto “ferro da stiro” (flat iron building), una vera e propria icona della quartiere “Mid Market”. Il restauro dell’edificio ha mantenuto lo stile antico ed elegante dell’edificio, arricchito da servizi, dotazioni e comfort adatti ad un ospite esigente. Il risultato è una lobby dal sapore antico, tre ristoranti al piano terra e il pezzo forte dell’hotel: un ristorante/bar sulla terrazza dell’hotel con spazi interni e esterni con vista panoramica sullo skyline di San Francisco.

Descrizione: Descrizione: Z:\San Francisco Travel MC\2018 - 2019\ILTM Milano\FOTO per leaflet\Proper Hotel.jpg

Lobby del Proper Hotel

Nuove strutture ricettive apriranno a San Francisco nei prossimi tre anni:

• Grand Hyatt at San Francisco International Airport,351 camere, apertura prevista: luglio 2019

• AC Hotel by Marriott at Union Square, 77 camere, apertura per settembre 2019

• Waldorf Astoria, 171 stanze, apertura entro il 2021

• Langham Place, nei pressi del Salesforce Transit Center, 200 camere, apertura entro il 2021

Altra importante novità in città è l’espansione del Moscone Convention Center, celebrata lo scorso 3 gennaio e costata 551 milioni di dollari. Il progetto è molto interessante dal punto di vista architettonico e rinnova il paesaggio urbano di tutta la zona, portando l’area espositiva totale a più di 47,000 metri quadri.

La nuova area di circa 15.000 metri quadri è utilizzata come spazio espositivo aggiuntivo a quello esistente, oppure come spazio meeting flessibile, adattabile in base alle esigenze dei clienti.

Il progetto include la costruzione di due ponti pedonali su Howard Street oltre ad un’installazione di arte pubblica firmata da Leo Villareal, l’artista che ha disegnato il “Bay Lights”, lo spettacolo di luci che illumina ogni sera il Bay Bridge, il ponte che collega San Francisco con Oakland. All’interno del progetto anche la nuova sede del San Francisco Visitor Information Center gestito da San Francisco Travel, centro informazioni aperto a tutti i visitatori. Circa il 20% dei 25 milioni di visitatori che ogni anno si recano a San Francisco passano dal Moscone Convention Center.

Infine, in linea con il fermento culinario che caratterizza la baia, l’aeroporto internazionale di San Francisco (SFO) sta lavorando alla realizzazione della “Manufactory Food Hall”, una nuova area ristorazione all’interno del Terminal Internazionale, la cui apertura è prevista entro i primi mesi del 2019. L’area nasce da un progetto di collaborazione tra quattro chef blasonati che apriranno tre ristoranti nella nuova area. Per maggiori informazioni:  www.flysfo.com/about-sfo/airport-development/new-dining.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.