Voli cari di rimpatrio. Le compagnie non hanno colpe. Non attivati i meccanismi europei

il

Secondo questo articolo di Businessinsider.it la colpa del caro prezzi dei biglietti aerei di rimpatrio sarebbe non a carico delle compagnie aeree, ma al nr.1 della Farnesina Luigi Di Maio.

L’articolo e’ questo :

Coronavirus, sul rimpatrio degli italiani Neos e Alitalia contro il governo: “Nessun contributo economico”. Di Maio ha chiesto solo una volta i fondi Ue

Infatti un meccanismo chiamato Ucpm, se attivato, permetterebbe l’accesso a fondi europei. Ciò fu fatto una sola volta per un volo dal Giappone con 37 persone a bordo. Poi mai più.

Tutte le compagnia aeree italiane interrogate : Alitalia, Neos e Blue Panorama; esse affermano tutte la stessa cosa! I prezzi sono a regime di prezzo di visto delle spese sostenute dal vettore su voli organizzati, ma senza l’apporto compensativo.

Ecco del perché dei vari prezzi sostenuti dai passeggeri. Essi variavano a seconda della condizione di mercato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.